Riccardo SaponaraRiccardini – L’ultima partita del girone di andata vede il Milan ospitare l’Atalanta a San Siro. Tra i giocatori a disposizione di Filippo Inzaghi non c’è più Riccardo Saponara, ceduto in prestito con diritto di riscatto all’Empoli. C’è da dire che non è che Saponara sia stato spesso a disposizione di Superpippo in quest’annata o dei suoi predecessori nella scorsa stagione. Il ragazzo era arrivato come novello Kakà proprio dall’Empoli, ma da subito i problemi fisici lo hanno relegato nelle retrovie in una squadra che era, e tuttora è, alla disperata ricerca di talento e di giocatori che facciano la differenza.

Chi manca di talento e di capacità di fare la differenza è, com’è noto, Sulley Muntari, che spero faccia panchina per un po’ di tempo, e non tanto per le sue mancanze tecniche, quanto per quella sceneggiata effettuata dopo la sua sostituzione in Torino-Milan – visto che ce lo dobbiamo tenere sul groppone fino al 2016, beh, che almeno impari a stare al suo posto.

Gli avversari – Qui è il manager di fantacalcio che scrive: Papu, perché? Alejandro Gomez ha avuto belle annate in Italia, senza ovviamente passare per fenomeno e neppure mancando di alti e bassi, però il suo ritorno dalla Russia è stato disastroso: condizione fisica precaria, un lieve infortunio, il ritorno condito da una serie di prestazioni insufficienti una dietro l’altra, e infine la mesta panchina. Buon per il Milan, certo, che all’Atalanta manchi questa freccia nell’arco. Di altre ne ha, però, tra cui quel Mauricio Pinilla da poco arruolato tra i nerazzurri.

Le altre – La Fiorentina e il Genoa, che ci seguono al sesto e al settimo posto, affrontano, rispettivamente, il Chievo a Verona e il Sassuolo in casa; l’Inter, subito dietro il Milan e gasatissima da mercato e risultati, va a far visita all’Empoli. Secondo me, è probabile che nella nostra parte della classifica le posizioni possano rimanere le stesse alla fine di questo girone.

Da seguirePalermo-Roma, ovvero una delle squadre rivelazione di questo torneo, guidata da uno strepitoso Dybala, contro l’armata giallorossa alla rincorsa della Juve e reduce dal pareggio in rimonta nel derby, eppure un po’ in affanno da più di un mese a questa parte. Segnalo il probabile utilizzo da titolare del mio pupillo Strootman.

Da evitareCesena-Torino sembra avere, tra tutti gli incontri, quello col maggior numero di carte in regola per essere la partita loffia di giornata. Detto ciò, i bianconeri, a mio avviso, si butteranno probabilmente in avanti (con quale efficacia, chissà), poiché otto punti di distacco dalla zona salvezza iniziano ad essere un ostacolo importante da superare.

Lievemente fuori tema: schierate Paletta al fantacalcio. Farà gol.

IL PROGRAMMA DELLA 19a GIORNATA

Sabato 17 gennaio
– ore 18:00: Empoli-Inter
– ore 20:45: Palermo-Roma

Domenica 18 gennaio
– ore 12:30: Lazio-Napoli
– ore 15:00: Cesena-Torino
– ore 15:00: Chievo-Fiorentina
– ore 15:00: Genoa-Sassuolo
– ore 15:00: Milan-Atalanta
– ore 15:00: Parma-Sampdoria
– ore 15:00: Udinese-Cagliari
– ore 20:45: Juventus-Verona