Il posticipo serale dell’ottava giornata di campionato è un’occasione ghiottissima sia per il Milan sia per i padroni di casa del Chievo; entrambe le formazioni sono infatti a quota 13 punti e, complice la disfatta casalinga del Napoli contro la Roma, c’è la concreta possibilità di raggiungere proprio i giallorossi al secondo posto in classifica…

Montella lascia Bacca in cantina dando fiducia a Suso e Lapadula, Abate sulla fascia destra. La partita incomincia in maniera a dir poco scoppiettante e con le due squadre allungate. Il Milan soffre a più riprese anche se, al 12′, è incredibile la palla gol per i rossoneri con Lapadula (anticipato all’ultimo da Cacciatore). I clivensi non hanno poi occasioni così nitide (colpo di testa di Floro Flores al 20′, deviazione di Paletta al 23′ in corner, tiro di di prima di Birsa fortunatamente su Donnarumma al 36′, tuttavia la manovra dei nostri è lenta e non c’è movimento da parte dei giocatori senza palla…

Il vantaggio per i nostri arriva al 44′ con una fiondata di Kucka, un sinistro da fuori area che s’insacca alla destra di Sorrentino; dopo un solo minuto lo stesso Kuco potrebbe raddoppiare ma il suo rasoterra di destro finisce a fil di palo…

La ripresa non fa neppure tempo a incominciare che il Milan raddoppia: al 47′ Niang, in area, si sposta verso sinistra e calcia una sassata di sinistro sul quale il portiere avversario nulla può. Fondamentalmente, c’è ora in campo una sola squadra, che potrebbe incrementare il punteggio in tante circostanze (incredibile la deviazione di Sorrentino in angolo su conclusione di Lapadula, un gol praticamente già fatto). In un certo senso, stupisce, proprio nel momento migliore per il Milan, la marcatura dei gialloblù al 75′ con l’ex Birsa su punizione che riapre il match. Il Milan soffre un po’ ma non per questo smette di essere pericoloso e di attaccare. La rete che chiude i giochi giunge in pieno recupero quando il tiro del neo entrato Bacca (che sostituisce Lapadula all’87’) viene deviato in porta da Dainelli…

Il triplice fischio di Rocchi ci consegna il secondo posto al pari della Roma; le cose stanno andando decisamente meglio di quanto mi aspettasi, speriamo di dare continuità alla condizione e ai risultati. Ora la nostra speranza di poter riaprire in qualche modo il campionato contro la primatista Juventus…