Il Milan esordisce in Coppa Italia contro il Torino (affrontato solo due giorni fa in campionato) nel turno secco degli ottavi di finale. La squadra che scende in campo risulta ovviamente molto rimaneggiata (si rivede tra i pali Tatarusanu dopo le prove contro la Roma e lo Sparta Praga, cui si aggiungono anche Musacchio, Dalot, Kalulu, Tonali e Brahim Diaz) ma Ibra torna titolare dopo i minuti giocati domenica scorsa…

Nel primo tempo il Milan attacca di più ma non sono poi tantissime le occasioni da gol; di fatto, i rossoneri si rendono davvero pericolosi infiammando la partita tra il 30′ ed il 35′ (assist per Ibra al 30′ che però spara alto e assist a rientrare dello svedese per Romagnoli al 32′). Al 39′ la palla gol più nitida del Toro con Zaza, alla cui conclusione si oppone il nostro portiere…

Neppure durante la ripresa il risultato si sblocca; il turco sostituisce Zlatan mentre Hauge rileva Castillejo. La partita, come altre in questa stagione, sembra stregata, soprattutto pensando sia ai pali di Dalot e di Calabria tra il 56′ ed il 57′ sia ad alcuni salvataggi fortuiti del portiere avversario Milinkovic Savic come quello al 75′ su Calhanoglu. Pioli cerca di dare maggiore dinamismo con gli ingressi di Theo al posto di Calabria e Kessie al posto di Musacchio, ma al termine dei 90′ regolamentari si resta ancora sullo 0-0. Da segnalare il rosso diretto dato da Valeri a Donnarumma (in panchina) al 70′ per proteste dopo un contrasto in area granata tra Leao ed il portiere. Il tiro di prima di Brahim Diaz su suggerimento di Calhanoglu all’86’ è l’ultima cosa degna di nota prima del 90’…

Si arriva così ai tempi supplementari: nei 30′ il Diavolo, pur stanco, attacca in maniera quasi ossessiva ma senza segnare. Nel secondo tempo supplementare c’è un episodio dubbio nell’area del Torino, un tocco di braccio su cui però Valeri soprassiede; all’inizio del secondo tempo esordisce il giovane Olzer, autore di un tiro centrale al 113′ con il turco sulla sinistra non servito…

L’unico modo per decretare la squadra vincitrice sono i calci di rigore, che verranno calciati sotto la Curva Sud. Gli avversari pagano l’errore di Rincon che si vede il tiro parato da Tatarusanu. I nostri rigoristi (nell’ordine Kessie, Theo Hernandez, Tonali, Romagnoli e Calhanoglu) vanno invece tutti quanti a segno. Ora il Milan affronterà nei quarti di finale la vincente tra Inter e Fiorentina…

CONSIDERAZIONI:

Partita lunga ed estenuante ma turno passato con pieno merito. Il rosso a Gigio potrebbe pesare parecchio. Da parte mia, spero che il Milan possa giocarsela fino alla dine anche un questo torneo…