Verona, Domenica 16 ottobre 2022 – ore 20,45 – Stadio Marcantonio Bentegodi

Bilancio Serie A (in “casa del “Verona”):

Giocate: 30

Vittorie Verona: 10

Pareggi: 8

Vittorie Milan: 12

Gol Verona: 40

Gol Milan: 44

Scrivere un post a pochi giorni dalla partita falsata di Champions non è che se ne abbia tanta voglia. Ma solo reagendo ne verremo fuori, sia noi che soprattutto i ragazzi che hanno sicuramente dentro di loro una grande voglia di riscatto.

La partita contro i gialloblu già si presenta ostica per tradizione, anche se il Verona occupa la terzultima piazza, ma hanno cambiato proprio in settimana l’allenatore e queste cose a noi non sempre portano bene.

Poi anche a guardare le statistiche si nota che il bilancio è quasi alla pari, ma soprattutto ci sono due brutti ricordi legati a questa trasferta, la perdita dei campionati 1973 (sarebbe stata la stella del decimo scudetto) e 1990, quest’ultima falsata molto di più di quella di martedì dove Lo Bello figlio espulse ben 3 rossoneri oltre a Mister Sacchi.

Tra l’altro anche l’anno dello scudetto della stella dl 1979 il Verona, stavolta a San Siro, ci fece tremare concludendo in vantaggio il primo tempo con gol dell’ex Calloni alla quartultima giornata con il Perugia alle calcagna ed io rividi i fantasmi di 6 anni prima.

Lo scorso anno si giocò l’8 maggio alla terzultima giornata e tutti i “gufacci” speravano in un’ennesima “Fatal Verona”. I primi minuti sono equilibrati con occasioni, o presunti tali, da ambo le parti. Al 17° le cose sembrano mettersi bene in quanto il Milan passa in vantaggio con Tonali, ma il VAR annulla per un millimetrico fuorigioco. Il Verona sembra prendere forza dal mancato pericolo ed ha due occasioni a cavallo tra il 23° ed il 25°. Dopo un paio di occasioni al 38° iniziamo a vedere i sorci verdi e a pensare che i gufi abbiano fatto ancora una volta centro. Infatti su una splendida azione, bisogna riconoscere, Faraoni su taglio di Lazovic porta i veneti in vantaggio.

Il Milan ovviamente non ci sta, non può perdere punti preziosi in vista del traguardo ed al terzo minuto di recupero su una splendida accelerata di Leao, Tonali appostato nel mezzo infila a porta vuota. Stavolta il gol è valido e si va al riposo sull’1-1.

Si sa che quando si segna all’ultimo istante del primo tempo nel secondo si scende con altro spirito, ed infatti al 4° contropiede micidiale rossonero iniziato da Saelemaekers che lancia Leao, il quale parte con la sua proverbiale velocità, mette al centro dove c’è ancora appostato Tonali ed è 2-1 per noi!

Il Milan tiene bene il campo e soffre in pochissime occasioni. All’84° Florenzi sostituisce Calabria e proprio il nuovo entrato dopo uno scambio con Messias fa partire un destro violento e preciso per la terza rete rossonera. Negli ultimi secondi avremmo anche l’occasione di segnare la quarta rete ma Messias sciupa malamente davanti a Montipò. Poco male, i tre punti sono in saccoccia e il Milan è ancora primo davanti ai cugini nerazzurri.

Da vedere sabato il derby della Mole e sicuramente sperare tanto per… che il Toro incorni ben bene la Juventus. L’Inter, ringalluzzita (purtroppo) dagli ultimi risultati avrà vita facile contro la Salernitana, così come il Napoli contro il Bologna. Interessante dovrebbe essere la partita alle 15 di domenica tra Lazio e Udinese, due tra le squadre più in forma del momento e che per ovvi motivi si toglieranno punti a vicenda, ragion per cui: bottino pieno a Verona!

_________________________

IL PROGRAMMA DELLA 10ª GIORNATA

Sabato 15 ottobre 2022:

ore 15,00 – Empoli-Monza

ore 18,00 – Torino-Juventus

ore 20,45 – Atalanta-Sassuolo

Domenica 16 ottobre 2022:

ore 12,30 – Inter-Salernitana

ore 15,00 – Lazio-Udinese

ore 15,00 – Spezia-Cremonese

ore 18,00 – Napoli-Bologna

ore 20,45 – Verona-Milan

Lunedì 17 ottobre 2022:

ore 18,30 – Sampdoria-Roma

ore 20,45 – Lecce-Fiorentina