39 3 minuti 5 mesi

Un pareggio che prima del fischio d’inizio avremmo accettato, non con soddisfazione ma con la consapevolezza che, su quel campo, contro quell’avversario, una sconfitta sarebbe potuta benissimo arrivare. Dopo il triplice fischio, tuttavia, possiamo dire che un pizzico d’amaro in bocca ci è rimasto. Giusto un pizzico, sia chiaro, il Borussia Dortmund ha avuto pure lui le sue belle occasioni.

La partita è stata bella, da Champions League, giocata a viso aperto da entrambe le squadre, meglio dai padroni di casa nel primo tempo, meglio da noi nel secondo. Le occasioni più clamorose le abbiamo avute noi, occasioni fallite per via dei soliti difettucci che stentiamo a limare: mancanza di cinismo sotto porta e imprecisione nella manovra. Di sicuro, fra la partita precedente contro il Newcastle e questa, ci siamo divorati un numero esagerato di reti e buttato nel cesso altrettante situazioni potenzialmente letali: i rimpianti sono tanti, inutile girarci attorno.

Fortunatamente il PSG ha perso a Newcastle e nulla è ancora perduto. Il Milan in queste due prime uscite ha creato molto e subito il giusto (era impensabile non rischiare qualcosa stasera su questo campo), giocando anche bene per larghi tratti delle gare, questo è stato evidente e ne siamo tutti orgogliosi; d’ora in avanti però, non dovremo più commettere passi falsi.

Leao è partito maluccio, ma poi si è ripreso alla grande creando occasioni su occasioni per i compagni.

Hernandez stesso discorso fatto per il compagno di fascia; ha anche sfiorato il gol nel finale di testa, materializzandosi dal nulla come Aldo Baglio in Tre uomini e una gamba.

Thiaw  se l’è cavata egregiamente, contro clienti non facili.

Maignan due buoni interventi e un paio di rassicuranti uscite alte.

Tomori ha avuto qualche incertezza delle sue, ma tutto sommato ha disputato una buona gara.

Musah mi è piaciuto molto anche stasera.

Pulisic molto in ombra.

Oliviero solito prezioso lavoro oscuro, ma si è pappato una rete che grida vendetta (qualcuno sostiene che Theo lo abbia disturbato, ma a me è sembrata una cavolata esclusivamente sua).

Reijnders molto meglio nel secondo tempo, quando è tornato a fare la mezzala.

Calabria in grande difficoltà, come spesso gli accade a questi livelli.

Florenzi invece perfettamente a suo agio, peccato per l’età.

Pobega ha dato il suo massimo: grande fisicità e corsa, poca qualità.

Adli invece di qualità ne ha da vendere, e anche stasera l’ha dimostrata nello spezzone di gara giocato.

Chukweze ha sfiorato un gol e si è prodotto in qualche ottima chiusura difensiva: mi è piaciuto.

Okafor, il mio pallino,  si è visto francamente poco.

Pioli on fire. Continua a non convincermi la sua idea di calcio, ma finché ottiene risultati positivi — e quello di stasera in fin dei conti lo è stato — ha ragione lui. Inoltre qualche lieve miglioramento si è visto, onestamente.

39 commenti su “BORUSSIA DORTMUND-MILAN 0-0

  1. La descrizione del tuffo di “Aldo Hernandez” mi ha strappato un sorriso di prima mattina.
    Mi ricordo che la stessa cosa fu tirata fuori sui social nel 2016 quando Alex (tra l’altro molto somigliante) segnò il momentaneo vantaggio in un Milan-Juve.
    Anch’io ritengo che tra Newcastle e Dortmund potevamo avere almeno 2 punti in più. Potevano essere anche 4 con un po’ di fortuna e di precisione in più. Punti preziosi che potrebbero costarci la qualificazione.
    Thiaw – a me è piaciuto tantissimo, un gran bel difensore che sta acquistando col passare del tempo sempre più consapevolezza.
    Leao – alla fine dei conti è quello che ha inciso di più, ma un “stella” in meno perché DEVE essere più costante durante le partite ed allora si che sarebbe davvero uno tra i primi 10 al mondo.
    Theo – idem discorso fatto per Leao.
    Buona partita anche per Tomori (salvo qualche “tomorrata”), Adli che è subentrato bene e Musah che è logicamente calato un po’ nella ripresa.
    Pobega – credevo molto in questo giocatore, ma probabilmente non sarà mai uno da Milan.
    Calabria – mi spaice bocciare il capitano che ci mette sempre impegno, ma spesso “toppa” queste partite.
    Pulisc – non mi è piaciuto e non è la prima volta che in una partita importante “sparisce”.
    Al contrario del boss (una volta tanto non siamo d’accordo) Chukwueze a me non è piaciuto salvo per due interventi difensivi, altrimenti non ha mai saltato l’avversario.
    Pioli “S.V.” secondo il mio modesto parere ha regalato un tempo agli avversari relegando Rejindeers dietro, infatti nella ripresa è migliorato facendo giocare avanti un deludente Pobega. Ma in fin dei conti in attesa del rientro di L-C qualcosa si deve inventare.

  2. Poco da dire: confermo sia le stelle che i bidoni dati da Zullida e anche io preferisco Reijnders là davanti. Adli continua a convincermi.

  3. Tre stelle TOMORI, su cui ho un’opinione personalissima: gli viene chiesto un lavoro ENORME, al limite dell’ impossibile. Ogni partita, deve sia tenere “quello veloce”, che lo punta spesso 1 vs 1, sia uscire in pressione sul portatore. Spesso deve fare anche i raddoppi. Ai miei occhi ormai è un FENOMENO della difesa, è fisicamente e mentalmente impossibile non avere un attimo di difficoltà una volta ogni tanto, per quello che gli viene chiesto. Sul mercato varrebbe 70 Milioni minimo, per quello che è capace di fare. È da Real Madrid, da Manchester City, da PSG. Due Stelle THIAW, Una Stella LEAO (ieri le sgasate le ha date, anche partendo da 70 metri, cosa chiedergli di più?). Ribadisco chi mi sta deludendo: TRE (non lo do mai) bidoni a Giroud, che sta fermo 11 minuti su 10 sulla linea del fuorigioco per avere il pallone vagante e poi mi fa quelle cagate: non sbaglia perché non sappia fare gol, ci mancherebbe, ma sbaglia perché per lui non conta il gol, ma l’apparenza di come faccia il gol. Un anti-PippoInzaghi, in pratica. È stato il terzo difensore centrale del Dortmund, altro che “numero 9”. Oltre tutto, in 9 partite ha fatto UN SOLO gol su azione. Cominciamo a togliergli i rigori, e vediamo i suoi “numeri”. Se ci serviva “il totem”, quello fermo che ogni tanto la butta dentro in modo pirotecnico, si poteva convincere IBRA a continuare, a sto punto.

  4. Il bello del calcio è che ognuno vede la partita e i giocatori con il proprio metro personale.
    Per me c’è stata molta confusione fin dall’inizio.
    Rejinders messo davanti alla difesa e a marcare a uomo non è servito a nulla, Pobega è assodato che non va bene, Calabria sta inanellando prestazioni pessime, Chuckwueze si intorta da solo, Leao prima di entrare in partita spreac almeno 50-60 minuti, Hernandez continua a perdere palloni stupidi e a cadere se sfiorato, Pulisic è piuttosto discontinuo, Giroud stanco e poco lucido.
    E poi basta un niente per ribaltare tutto, per dimenticare gli errori commessi e far cambiare idea su certi giudizi. Ma ieri non è successo, quindi mi tengo i giudizi espressi in chat che sono, credo, molto diversi da quelli letti finora.
    Musah: niente, il ragazzo corre per 4 e lo fa in modo molto intelligente.
    Tomori: finalmente si è ripreso regalando sicurezza alla difesa.
    Adli: con il suo ingresso ed il cambio di posizione di Rejinders è cambiata la musica.
    Pobega: una riserva da inserire solo se necessario.
    Calabria: ha giocato molto male a conferma di un calo che dura da tempo.
    Giroud: mi dispiace ma sembra in riserva sparata.
    Pioli : non mi è piaciuta la formazione iniziale e i cambi che ho già citato nei ruoli.

  5. Nico, su Giroud hai avviato la solita crociata personale: va semplicemente fatto rifiatare e messo ai box per qualche partita. Fine. Non ne facciamo un dramma, su

  6. Certo goal sbagliati e mancanza di un centravanti vero, condivido ma oltre a questo, a mio avviso, non abbiamo un efficace gioco offensivo, vedere una bella azione della squadra che porta un giocatore velocemente davanti alla porta avversaria è cosa rarissima, le nostre azioni in attacco, pericolose per l’avversario, nascono solo, o almeno al 90%, su iniziative (invenzioni) personali di Leao, poi magari è vero vediamo errori nella conclusione da parte del centravanti che fanno incavolare, ma le azioni, sia in campionato che in coppa non nascono dal gioco collettivo ma da iniziative personali di Leao, se guardiamo anche tutti i goal segnati sino ad ora quasi tutti nascono così. A mio avviso le nostre ripartenza sono quasi sempre estremamente lente, a destra tutto sommato non si vede molto di più rispetto a Mesias e Salemec il gioco è lo stesso, a sinistra si vive su Leao (a Theo penso gli venga chiesto più attenzione in fase difensiva e mi sembra si sganci meno)

  7. Giroud è ormai un ex giocatore fatto e finito. Grazie per l’aiuto in questi ultimi 2 anni ma ora ba-sta. A gennaio se possibile, altrimenti a giugno virare su un bomber da 20 gol all’anno altrimenti non si va da nessuna parte

  8. Ragazzi, buona giornata

    Io ero convinto che avremmo vinto 3 a zero
    Mi tacevo per scaramanzia ma ero sicuro che le caratteristiche del Borussia ci avrebbero dato spazio di manovra.
    Ero anche sicuro che si tratta di un campo difficile.

    Il primo tempo è stato in salita ma nale secondo. come con la Lazio, abbiamo dominato il campo. Gli ultimi minuti confusi e ci è andata bene se non siamo stati beffati.

    Comunque il Borussia è una signora squadra: fisica e tecnica, con l’esperienza copre tante carenze: Hummels ha fatto una partita superba.

    Noi male, malissimo nell’occasione di Ckwz: quelle sono occasioni da non sbagliare.

    Adesso sotto con il PSG

    Credo che come con il Borussia è una squadra pericolosa ma che lasci giocare.

    Importante arrivare al 25 in buone condizioni

    Sabato ci toccherà una partita difficilissima e non sarebbe stato male avere un giorno di riposo in più….

    ma noi siamo il Milan: più forti della sfortuna e più forti delle ingiustizie

  9. A gennaio se possibile, altrimenti a giugno virare su un bomber da 20 gol all’anno altrimenti non si va da nessuna parte
    È una cosa che si doveva fare da questa estate, ma siamo andati su vari centravanti ed alla fine abbiamo optato per Jovic.
    C’è Okafor ma dovrebbe giocare con più continuità per imparare bene l’arte del “rapinatore” d’area che ha fatto molto bene con Cagliari e Lazio.
    Io nonostante alla fine ho capito il motivo del perché la società non ha preso Lukaku, sono ancora convinto che ci sarebbe servito come il pane. Nella Roma tanto scadente di questo periodo i suoi gol li fa e in coppia con Leao…
    Va beh, so che mi prenderò i rimbrotti di molti nel blog, ma la penso così e mi sento in parte “orfano” di Lukaku o di un giocatore dalle sue caratteristiche.

  10. Nonostante sia interista (cit.) concordo con zullida, questa squadra con Lukaku sarebbe cambiata da così a così. Gravissimo errore della coppia Furcada. Tra l’altro lui sarebbe venuto di corsa qui avendo la faccia come il culo

  11. Tomori tre stelle
    Adli due stelle
    Musah una stella

    Giroud tre bidoni
    Calabria due bidoni
    Rejnders un bidone

    Bidoni assegnati per gli enormi gol mangiati più che per le presazioni (oddio, Giroud e Calabria anche le prestazioni).
    Ho paura che il buonissimo olandese semplicemente non veda la porta. Tonali su quel pallone fatale avrebbe sfondato la rete? Mi rimarrà sempre il dubbio.

    Pioli pollice verso – a questi livelli, regalare un uomo e mezzo su undici per 45 minuti e anche oltre è un errore che si paga caro. Di fatto ora siamo molto probabilmente “costretti” a vincere le prossime quattro se vogliamo essere certi di passare il turno. Difficile, se non segniamo mai.

    Le ultime prestazioni mi fanno temere che per Giroud (sempre grati!) sia scattata la bollitura definitiva. Purtroppo è un rischio sempre possibile quando i giocatori hanno una certa età e un certo kilometraggio, gli equilibri si spezzano all’improvviso.
    Spero che non venga convocato dalla Francia durante la pausa, o che abbia almeno la lucidità di rifiutarsi lui stesso, per riposarsi il più possibile.
    Sarebbe cambiato qualcosa con Okafor dal primo minuto? O almeno dal primo minuto del secondo tempo? Chissà.

  12. Lukaku ha un stipendio altissimo per i nostri parametri ( che piacciano o no, quelli sono). E’ meglio dimenticare una possibilità che non è mai esistita. Giroud qualche ottima gara la farà ancora, però è vero che non potrà più garantire continuità di rendimento e che là davanti c’è una grossa lacuna della rosa (Jovic è parso impresentabile nei pochi minuti concessigli). Probabilmente Okafor, benché fuori ruolo, dovrebbe essere il titolare in questo momento, ma non so se Pioli avrà mai il coraggio di panchinare il vecchio campione.

  13. Riprendo il commento che ho fatto ieri sera a caldo.
    Va bene tutto, tutto vero, tutto giusto quello che leggo, ma il problema è sempre quello: buttarla dentro.
    Questa sera non è vero che è stato un brutto Milan, non è stato brillante e, come avevo scritto nell’intervallo, coraggioso, ma Pioli l’aveva studiata così la partita e non aveva molti torti. Nella ripresa. quando cala la pressione più forte e si aprono gli spazi perchè le squadre si allungano, ha risistemato il centrocampo di sabato, ma è mancato chi la mettesse dentro. Senza i denti non mangi e senza chi segna non vinci.

    Non è neppure sbagliato quello che dice Mabell, in effetti siamo monotoni nel nostro modo di attaccare e a dx non si vede molto di più rispetto a Mesias e Salemec (pensiamo quanto è costato sostituirli con Pilisic e Chukweze). Forse spendere quei soldi per una punta vera, anche Lukaku come rimpiange Danilo, non sarebbe stato male.
    Qualcuno fa anche rilevare che nelle quattro ultime gare di CL (considerati i due derby) non abbiamo segnato neppure una rete e questa non può essere considerata una coincidenza.

    Fortunatamente il PSG ha perso a Newcastle e nulla è ancora perduto.
    Sei sicuro marcovan? Io avrei preferito una vittoria dei francesi ed essere secondi anche con soli due punti. Adesso invece devi andare a Parigi con loro affamati e ti potresti ritrovare penultimo con i giochi ormai fatti e doverti giocare l’UEFA (Dio ce ne scampi) con i tedeschi.

    E adesso rituffiamoci con la testa in campionato perchè sabato Gilardino e Messias ci stanno preparando un piattino avvelenato parecchio letale.

  14. Sulle pagine odierne del Corriere dello Sport Alessandro Barbano analizza il pari senza reti del Milan contro il Borussia Dortmund, che fa seguito a quanto mostrato dai rossoneri contro il Newcastle: “Il calcio verticale accende lievi speranze, ma spreca enormi energie e non rende mai ciò che promette. È il Milan degli eccessi e soprattutto degli errori. L’unica squadra al mondo capace di giocare novanta minuti senza fare mai e poi mai possesso palla. Perché chiunque prende la palla, la butta in avanti e inizia a correre, così. Piace? Tanto. Funziona? Poco o nulla. Perché è vero che con un’età media tra le più basse del campionato puoi anche permetterti di correre a perdifiato dall’inizio alla fine. Ma poi, quando sei in zona tiro, la nebbia ottenebra la visuale e tutto finisce in frittata”.

    C’è una precipitazione strutturale nel modulo di Pioli
    “È il Milan dell’ardore e della confusione totale, una squadra eternamente e tristemente adolescente, che non sembra evolvere mai. È un limite anagrafico, caratteriale o tattico? Tutti e tre. Guardi questa squadra contro i più modesti tedeschi e pensi: come fanno a creare così tanto gioco senza metterla mai dentro almeno una volta? C’è una precipitazione strutturale nel modulo di Pioli, che finisce per ritorcersi contro”.

    Che dire, concordo dalla prima all’ultima lettera dell’editoriale di Barbano odierno.

  15. Marco, ma come è possibile che la Rometta possa permettersi di pagare stipendi più alti del Milan, porca di quella trota, qualcuno mi spieghi questa cosa!

  16. Marco, ma come è possibile che la Rometta possa permettersi di pagare stipendi più alti del Milan,
    I nostri pensano, probabilmente giustamente, al bilancio. Gli altri no, tanto alla fine non pagheranno alcuna sanzione a meno che non ti chiami “Milan”!

  17. Ma Chiesa che ce l’ha con noi? “Guardo le partite e provo invidia e rabbia, ma solo perché quel palcoscenico l’avevamo meritato e ci è stato sottratto” e ancora “Il Milan è arrivato quinto e disputa la Champions soltanto perché a noi è stata tolta”.
    Ma lo sa che dovevano essere radiati in un mondo perfetto?
    Attento Chiesetta che il karma… ricordati che già lo scorso anno sei stato con il ginocchio appeso!!!!

  18. Pulisic e Chukwueze insieme percepiscono circa 8 mln netti. Messias e Saelemaekers circa 1 mln. Pulisic e Chukwueze sono costati, con i bonus, circa 50 mln. Non so se il gioco è valsa la candela, come si dice. Io quei soldi li avrei investiti in un attaccante veramente forte. Perchè, mi ripeto, tutto vero sul gioco, ma se hai davanti qualcuno che la mette dentro cambia molto.

  19. Ma lo sa che dovevano essere radiati in un mondo perfetto?
    Anche non troppo perfetto.. normale.

  20. nelle quattro ultime gare di CL (considerati i due derby) non abbiamo segnato neppure una rete
    Peggioro la statistica: nelle ultime otto gare abbiamo fatto solo 3 reti.

  21. Che dire, concordo dalla prima all’ultima lettera dell’editoriale di Barbano odierno.

    basta che sia qualcosa contro il Milan ed è subito condiviso da te 🙂
    ogni tanto però varia il copione, è un suggerimento

  22. @Giustiziere
    a destra abbiamo combinato poco perchè – fateci caso – Pulisic non è (quasi) mai stato servito.
    Ieri sera più passava il tempo e più il pallone, bollente, veniva dato a Leao pure se nel cerchio di centrocampo.
    Credo anche che la tensione da Champions non abbia agevolato la lucidità dei Nostri nella manovra. Per me era evidente che stessero giocando con una “scimmia sulla spalla” formato King Kong per il gol che non arriva, da Giroud a scendere.
    Non a caso, quando è entrato Adli che mi pare il più freddo lì in mezzo, la palla ha cominciato a girare spesso e volentieri da un lato all’altro.

    La soluzione scritta nel destino (con la D maiuscola) è una sola ma non so se avremo il coraggio di applicarla: Camarda titolare, Giroud dentro gli ultimi 20 minuti soltanto, e solo se necessario. Almeno in campionato, dico. Okafor per Camarda in Champions.

  23. Gaspare, la Rometta può permettersi di pagare quello stipendio perché i Friedkin ripianano i passivi senza problemi (per il momento, non so quanto possano durare). Poi ignoro come possano rientrare nei vari parametri FPF o regolamenti vari, ho rinunciato da tempo a capire perché a qualcuno è permesso fare certe cose e ad altri no.
    Noi non possiamo perché abbiamo scelto di essere autosostenibili e competitivi nel contempo. Difficilissimo riuscirci, però per ora sembra che il giochino funzioni alla grande, pur con tutti i problemi che conosciamo. Tu non te ne stai rendendo conto e la vivi malissimo, ma credimi, il giochino sta funzionando.

  24. Il buon Arrigo diceva spesso che preferiva giocar bene e pareggiare piuttosto che giocar male e vincere.
    Dopo partite come quella di ieri mi viene voglia di mandarlo a quel paese… però alla fine tocca tenersi c’ho che di buono c’è stato:
    – ottima prestazione in uno degli stadi più ostici d’Europa
    – secondo clean sheet consecutivo

    Se riuscissimo a non perdere nessuna delle 2 col PSG (e magari a vincerne una) la qualificazione sarebbe a un passo.

    THEO: difensivamente perfetto e più volte vicino al gol
    LEAO: dobbiamo rassegnarci che non giocherà mai 90 minuti , sarà sempre un giocatore intermittente. Fortuntamente però quando si accende è tra i 5 migliori al mondo. Se solo avessimo un cecchino alla Pippo Inzaghi vinceremmo le partite senza accorgercene
    THIAW: attento e preciso

    REJINDERS: palesemente fuori ruolo fino all’ingresso di Adli, non può fare il regista
    PULISIC: da un giocatore valido ed esperto come lui mi aspettavo di più
    GIROUD: in serie A dice ancora la sua, ma in palcoscenici più competitivi come la champoions è di fatto un uomo in meno.

    Pioli on fire : non giocavano bene per 3 partite di fila (Verona-Lazio-Borussia) dai tempi dello scudetto.

  25. Però, Nikola, anche io concordo con l’editoriale di Barbano. Non si può dire che io sia contro il Milan — almeno lo spero — ma scrissi più o meno le stesse cose qualche post fa.

    Marcovan, ci siamo capiti: pure io concordo, sia pure non in tutto con l’editoriale di Barbano. Ma penso che tu abbia capito il senso del mio commento. Un conto è essere critici – io, te, chiunque di noi tranne uno qua dentro lo siamo, sia pure in tempi e modi diversi – un altro è sottolineare solo ed esclusivamente cose negative. E mi taccio su altre cose penose a nome Alberto, Larlo, Bebo, Pino, Travis, Armanduccio ed Emilio (l’ultimo della covata) 😀
    Un saluto e Forza Milan

  26. l’editoriale di Barbano evidenzia un nostro cronico problema di deficit tra occasioni create (TANTE) e gol fatti (POCHI)
    Sicuramente la sua teoria (sposata da molti) ha le sue ragioni, tuttavia io mi son dato una risposta molto più semplice: non abbiamo goleador.
    Nessun giocatore in rosa ha mai segnato più di 20 gol in campionato e solo pochissimi sono andati in doppia cifra.
    Resto convinto che se scambiassimo Oliviero con uno qualsiasi a scelta tra Osimenh, Lukaku, Lautaro, Vlaovic, Immobile vinceremmo lo scudetto a mani basse e saremmo temutissimi anche in champions

  27. Resto convinto che se scambiassimo Oliviero con uno qualsiasi a scelta tra Osimenh, Lukaku, Lautaro, Vlaovic, Immobile vinceremmo lo scudetto a mani basse e saremmo temutissimi anche in champions

    Oliviero va fatto rifiatare. E devi provare, per forza di cose visto che fino a gennaio non puoi fare altrimenti, Okafor come punta centrale

  28. Resto convinto che se scambiassimo Oliviero con uno qualsiasi a scelta tra Osimenh, Lukaku, Lautaro, Vlaovic, Immobile vinceremmo lo scudetto a mani basse e saremmo temutissimi anche in champions
    Condivido.
    Il nostro problema non era la fascia dx, ma la mancanza di un vero realizzatore. il restyling di quel reparto ci è costato una cinquantina di milioni più una decina lordi di stipendi. Si poteva guardare in un’altra ottica.
    Sia chiaro che si tratta di un pourparler. Non possiamo conoscere le reali dinamiche della società.

  29. Ma Chiesa che ce l’ha con noi? “Guardo le partite e provo invidia e rabbia, ma solo perché quel palcoscenico l’avevamo meritato e ci è stato sottratto” e ancora “Il Milan è arrivato quinto e disputa la Champions soltanto perché a noi è stata tolta”.


    Questo somaro invece di chiedersi perché non sono loro a giocare in Champions, fa il moralizzatore.
    Mi è sempre stato sulle palle, ora ho anche capito il perché. Scemo di guerra!
    Che Giroud non può tirare la baracca da solo, lo sappiamo. Che sia in là con gli anni, pure. Però, Nico, che si facciano le pulci sui gol segnati su rigore che abbasserebbero la media dei gol su azione e bla bla bla… francamente non lo accetto. E’ in debito di energie, ci sta. Mettiamolo in condizione di rifiatare ma non andiamo troppo oltre.

  30. Giroud in carriera ha segnato 271 gol su 676 presenze, ovvero la media di 1 gol ogni poco meno di 3 partite.
    In questi anni al Milan il rapporto è 92/36 quindi in linea con la sua carriera.
    Gli voglio bene, gli sono grato e ricorderò sempre quando si è girato, però è ovvio che non sia un bomber nè quel tipo di centravanti che ti toglie le castagne dal fuoco.
    Non so se era più opportuno investire lì che su altri ruoli, resta però il fatto che il suo apporto è deficitario quando i ritmi si alzano molto come in champions.

  31. Non essere riusciti a far tirare in porta il Newcastle è passato quasi inosservato. Il Milan non ha subito gol a Dortmund e nell’ultimo anno e mezzo c’era riuscito solo il City. Non prendere un gol lì è un grande risultato, è difficile fare gol al Milan quest’anno

    GDM a SkyRube, ogni tanto una buona la scrivono sul Milan 😀

  32. Su Giroud però bisogna andare oltre le statistiche. Non è mai stato il centravanti statico che aspetta la palla per buttarla dentro. Ha sempre aiutato le sue squadre in ripiegamento e fatto a sportellate per l’inserimento dei compagni. Un gol ogni 3 partite non è poco, se si tiene conto di questo. Avesse pensato in carriera più alle sue statistiche, come hanno fatto i vari Trezeguet e inzaghi, queste ultime sarebbero state probabilmente molto diverse. Se restiamo in ambito Milan, bisogna aggiungere che di cross gliene arrivano ben pochi, e lui di testa è micidiale. Questo non toglie nulla al fatto che la natura è spietata e che alla sua età dovrebbe rifiatare di più, molto di più.

  33. peccato che a calcio si vinca facendo gol

    Alla prossima vittoria nostra magari con un solo tiro in porta ti voglio vedere a scrivere ciò. Ah no, scriverai di #vittoriettadipirro #vergognosa che #nonfatesto

  34. Marcovan concordo in toto su Giroud. Io lo adoro Oliviero e conserverà sempre un posto speciale nel mio cuore rossonero.
    Ma OGGI il Milan ha bisogno di un centravanti alla Pippo Inzaghi che la butta dentro
    Io continuo a ripetere che non averlo preso o non esserci riusciti chissà per quale motivo è stato un grave errore della società questa estate che potrebbe costarci lo scudetto e speriamo non il 4° posto.
    Lukaku intanto continua a segnare…

  35. Zullida, continuare a rimpiangere Lukaku ci serve poco, in questo momento. L’unica cosa da fare è panchinare Giroud (che se riposato può tranquillamente fare quello che entra negli ultimi 30 minuti a fare a sportellate) e provare Okafor come punta centrale. E vedere che accade. Però a fronte di 15 gol in 7 partite di campionato proviamo a essere non dico ottimisti ma un filino meno preoccupati dopo uno 0-0. 🙂

  36. Ragazzi,

    sapete che da tanto considero Giroud croce e delizia della nostra formazione.

    Io non credo che l’età dei calciatori sia uguale a quella dei cani: a inizio settembre era ancora un fenomeno ma due settimane valgono come 2 anni e adesso è una cariatide.

    Il mio unico dubbio è l’insistenza nell’averlo come punta principale, perchè a mio parere il suo gioco, le sue caratteristiche ci definiscono in questo modo e con un centravanti più “palleggiatore” saremmo differenti. Ogni giocatore apporta le sue caratteristiche, nel bene e nel male.
    Immagino che Pioli nella somma algebrica di bene / male abbia risultati che gli fanno preferire Giroud

    Mi sembra però che siamo tutti abbsatanza stagionati che i periodi di vacche grasse / magre ci sono anche nel calcio: a volte capita: la stagione del centravanti che non segna, di quello che sbaglia del portiere che papera… poi passa e tutto torna nella normalità.

    Per paradosso – in una corsa a tappe – preferisco avere tante occasioni non casuali e non segnare che una sola occasione – di fortuna – e fare gol.

    Domani difficilissima
    noi stanchi, centrocampo un po’ contato
    Genoa forte
    ambiente caldo e entusiasta
    Gudmundsson giocatore fe-no-me-na-le

    FORZA RAGAZZI

  37. Zullida, continuare a rimpiangere Lukaku ci serve poco, in questo momento. L’unica cosa da fare è panchinare Giroud (che se riposato può tranquillamente fare quello che entra negli ultimi 30 minuti a fare a sportellate) e provare Okafor come punta centrale. E vedere che accade. Però a fronte di 15 gol in 7 partite di campionato proviamo a essere non dico ottimisti ma un filino meno preoccupati dopo uno 0-0.


    quotone!

I commenti sono chiusi.