38 2 minuti 1 mese

Solita partita del Milan: lenta, noiosa, priva di cambi di ritmo. Il gol è avvenuto nell’unica nostra azione un po’ articolata di tutta la gara; le altre occasioni ottenute nei novantaquattro minuti, sono state generate come d’abitudine da guizzi individuali. Ho sbadigliato anche stavolta quasi ininterrottamente. Quasi perché, negli ultimi dieci minuti, qualcosa abbiamo rischiato, ma avrei preferito continuare nel mio dormiveglia. Di buono c’è che abbiamo guadagnato altri tre punti e concluso con un cleen sheet, anche se su quest’ultimo pesa abbastanza il clamoroso errore di testa commesso da Destro, lasciato tutto solo su corner in mezzo all’area a tu per tu con Mike. Insomma, stavamo per farci soffiare i due punti a fine gara come già accaduto diverse altre volte.

Pulisic ha segnato un gol fortunoso, ma nell’arco della partita è stato decisamente il migliore in campo.

Okafor ha fornito l’assist vincente e mi è piaciuto molto in entrambe le fasi.

Buon Loftus-Cheek nel secondo tempo.

Reijnders mi è piaciuto, ma solo a sprazzi.

Calabria pasticcione in attacco e falloso in fase difensiva.

Thiaw da un po’ di tempo mi fa una paura fottuta ogni volta che va sulla palla o la gestisce; sono deluso, devo essere sincero.

Jovic ha lasciato la squadra in dieci ancora una volta, in questa occasione dal primo minuto e senza essere espulso.

Pioli ha ricevuto pubblicamente l’appoggio della società. Tutto giusto a questo punto della stagione, spero tuttavia che, privatamente, la società sia di diverso avviso e si stia organizzando.

38 commenti su “MILAN-EMPOLI 1-0

  1. solita manovra lenta e macchinosa, troppo in orizzontale e spesso indietro, le verticalizzazioni sono sempre più rare, troppi tocchi con la palla la piede.
    Quando si ricorderanno uno dei comandamenti che ti insegnano quando inizi a giocare a calcio: devi far correre la palla, così corri di meno tu o almeno corri in maniera più intelligente.
    Turnover giusto in previsione del ritorno a Praga, zero infortuni come succede da qualche settimana, cleansheet, una sola ammonizione (Rejinders) e nient’altro di sanzionatorio.
    Il solito check per il rigore da dare contro ma stavolta nemmeno la fantasia ha dato il placet, poi il solito controllo sul fuorigioco di pelo di culo catramato che anche qui non ha dato esito positivo. Spiace.
    Pulisic: si è mosso molto bene, efficace nelle incursioni e nello sfondare a destra.
    Okafor: rimpiazzare Leao non è semplice per la velocità, ma ha saputo fare bene.
    Loftus Cheek: quasi quasi segnava ancora. Quando parte è un treno corazzato!
    Mi sono piaciuti anche Adli per come è entrato con il piglio giusto e Musah per alcuni strappi in mezzo al campo.
    Thiaw: mi spiace tanto, non lo reputo scarso, ma sta combinando sempre una cazzata a partita. Ricordiamoci che anche Tomori ha avuto un periodo orribile ma sappiamo cosa sa fare.
    Calabria: ha fatto errori sciocchi e quel colpo di testa che poteva chiudere la partita grida vendetta.
    Jovic: non è stato servito molto, d’accordo, ma è rimasto nella latitanza quasi come un ricercato.
    Pioli : ha fatto ruotare i giocatori, è riuscito a far fare bottino pieno e questo è valso il provvisorio secondo posto.

  2. Missione sorpasso secondo posto compiuta, con minimo sforzo. Del primo tempo ho visto solo qualche minuto, il tempo di vedere il gol e poi niente del secondo tempo, mi astengo da voti e giudizi. Il pareggio tra gobbi e Atalanta era il migliore risultato che ci potessimo aspettare perché oltre a permetterci il sorpasso al secondo posto ci porta a più dodici dall’Atalanta che è la squadra che più temevo insieme alla Roma, solo un suicidio potrebbe farci perdere la qualificazione alla CL

  3. solo un suicidio potrebbe farci perdere la qualificazione alla CL
    O magari la Superlega… ma non saprei cosa dire, non se ne parla più. Mi sembra strano che stiano facendo le cose in gran segreto tipo carbonari e che non venga fuori nulla. Mah, vedremo.
    Parlando della partita la mia l’ho scritto un paio di volte durante lo svolgimento sull’altro post.
    Devo dire che siamo sembrati un po’ più svegli (ma poco più) rispetto a giovedì.
    Gol fortunoso anche se l’azione è stata bella e credevo, vedendo il replay, che Okafor fosse effettivamente in fuorigioco.
    Poi nella ripresa non siamo riusciti a trovare la rete della tranquillità e rischiato tantissimo sul colpo di testa di Destro liberissimo così come ha scritto il boss.
    Siamo secondi e non so se riusciremo a tenerlo questo posto che varrebbe, oltre la qualificazione Champions anche giocarci la Supercoppa.
    Pulisic – veramente un “Signor” giocatore. Se giocasse nell’Inter i giornali gli dedicherebbero più spazio, ma per fortuna gioca da noi.
    Okafor – buona partita, visto che giocava nel ruolo di Leao.
    Loftus-Cheek – ha sfiorato un bel gol con una buona azione.
    Thiaw – dall’infortunio non è più lui. Oddio anche prima faceva qualche “fetecchia” ma ora sembra molto molto insicuro.
    Calabria – errori sciocchi e come ha scritto Ghost, quel colpo di testa alto…
    Jovic – assente. Sembra essere tornato lo Jovic di qualche mese fa. C’è da dire che lui non è una prima punta e fa sempre molta fatica giocare in quel modo.
    Pioli abbiamo vinto e quindi è anche merito suo. Ha fatto riposare qualche giocatore per la partita di giovedì.

  4. Quanti insulti social stanno piovendo addosso a Pioli… Sono profondamente disgustato. Le opinioni sono legittime, ma qui si sta perdendo il senso della misura. C’è chi sostiene che una volta certe cose si dicevano al bar e si perdevano nel vento, mentre ora purtroppo rimane tutto scritto. Non so. Ma anche se fosse così, a maggior ragione non si dovrebbe fare.

    2
  5. Ho visto solo il secondo tempo quindi mi astengo dai giudizi. Comunque, leggendo i commenti al match (tutti univoci nel descriverci come lenti e poco pericolosi), abbiam disputato la partita che tutti temevamo. Fortunatamente è venuta la vittoria che, visti i risultati delle alte, blinda ancor di più la qualificazione Champions.
    Capitolo secondo posto: io tutta sta voglia di andar a giocare una coppa inutile in Arabia francamente non ce l’ho. Preferirei quasi arrivare terzo….

  6. Buongiorno, si dice che con questo allenatore i giocatori non rendano al meglio. Nel caso di Pulisic, finora in campionato ha giocato 26 partite, segnando 8 gol e 6 assist.
    Rendimento al Chelsea:

    2019-2020 partite 25, gol 9, assist 4
    2020-2021 partite 27 gol 4 assist 2
    2021-2022 partite 22, gol 6, assist 2
    2022-2023 partite 24, gol 1, assist 1

    Se prendete le stats di RLC sono ancora più clamorose…

  7. Infatti con questo allenatore molti giocatori hanno ottime statistiche individuali. Purtroppo le statistiche di squadra sono pessime per quanto riguarda i gol subiti, gli infortuni, le ammonizioni e le espulsioni che non avvengono soltanto per via degli arbitri brutti e cattivi, ma anche a causa della deficitaria fase difensiva. A noi premono gli interessi della squadra, non le statistiche dei singoli giocatori.

  8. Ragazzi, buona settimana

    Per quanto riguarda la squadra e il campionato: amen.
    L’Inter sta percorrendo il tragitto con un rendimento superiore anche a quello del Napoli lo scorso anno. Anche avessimo evitato di buttare via punti con lecce/salernitana/napoli… saremmo comunque dietro. Capita.

    Personalmente avrei preferito, riguardo a ieri, vedere Okafor più vicino a Jovic e Pulisic come trequartista dietro le punte, al posto di RLC e con CKW schierato subito a sx.
    Mi sembra che contro squadre chiuse Ruben sia come ingabbiato.

    Per il resto partita vinta senza fatica ma con un paio di distrazioni drammatiche in difesa.

    Credo che Thiaw abbia bisogno di riprendere soprattutto fiducia.

    Bene Tomori.

    Ho trovato anch’io molto buono l’ingresso di Adli.

    Giocare una coppa in Arabia per essere fuori condizione a ottobre anche no.

  9. Quanti insulti social stanno piovendo addosso a Pioli… Sono profondamente disgustato

    Lungi da me fare il difensore del mio omonimo, dico, facciamo attenzione perché a passare dalla padella alla brace è un attimo. A sentire frasi di Pioli nelle quali ammette che ultimamente sta dando più libertà ai suoi rispetto all’inizio, difficile capire se il gioco attuale è frutto di un’indisciplinatezza intrinseca nei giocatori attuali, e che potrebbe manifestarsi in forma ancora peggiore con un altro allenatore, oppure è dovuto a mancanze dello staff tecnico e dell’allenatore. Forse è un fifty fifty, o forse è tutta colpa dell’allenatore, la controprova ce l’avremo solo con un altro allenatore, per questo motivo che nel caso cambiassero ci vuole uno esperto, un marpione possibilmente Italiano, tipo Conte. Nomi come Gallardo, Lopetegui, o Italiano, sono un fallimento annunciato. Potrebbe andare bene anche un Sarri o un Gasperini ma gli si dovrebbe dare il tempo di tramandare i loro dettami alla squadra

  10. facciamo attenzione perché a passare dalla padella alla brace è un attimo

    Assolutamente vero Stefano. Chi pensa che mandando via Pioli diventiamo di colpo chissà cosa diventiamo vive di illusioni. Siamo alla fine di un ciclo, non esaltante, ma comunque che ci ha portato uno scudetto e un discreto riposizionamento nella scala dei valori. Cambiare Pioli, che non è un pivello qualunque ed è cresciuto anche lui come la squadra, deve implicare un salto di qualità che non è semplice.
    Però il tran-tran spesso schizofrenico che ci trasciniamo dietro da mesi ha davvero stancato.

    1
  11. L’Inter ha stravinto l’inutile coppa in Arabia e mi pare la forma fisica non ne abbia risentito: correvano prima, correvano durante, corrono tranquillamente ancora adesso. Quindi si può fare. Magari non affidarsi a dei macellai aiuta.

  12. Bene, la GdF a casa Milan.
    Pare ci siano cose strane sulla proprietà. Ovviamente hanno già scritto di tutto e di più, chi è indagato, chi no e perché, possibili sanzioni penali e pure sportive.
    Non mi esprimo perché non so niente, ma starò ben attento a chi scrive e cosa scrive.

  13. Vediamo. Se il club non rischia nulla, chi se ne frega. Se dovesse andarci di mezzo il club, mi dedicherei ad altri passatempi. Ho già dato troppe volte, anche basta.

  14. Comunicato ufficiale di AC Milan che parla di indagine riguardante il vecchio e nuovo AD, mah, l’ipotesi è che il Milan sia di fatto ancora di Elliott – ma va’, non ce ne eravamo accorti -, se confermato si tratterebbe di gravissime violazioni di comunicazione e trasparenza, credo ci sia rischio di radiazione del club. La cosa curiosa che si legge è che il tutto sia venuto fuori da un documento interno venuto fuori nell’ambito di discussioni in corso con investitori / acquirenti arabi, quindi non proprio nel modo migliore abbiamo conceda che gli arabi non sono un’invenzione

  15. credo ci sia rischio di radiazione del club.

    E questa dove caspita l’hai letta? E’ una palese cagata, lo sai vero?

  16. “ configurare il rischio di sanzioni sportive. Infatti, se le accuse dovessero trovare conferma, il club avrebbe aggirato il regolamento Figc e anche violato l’articolo 5 della Uefa, poiché Elliott gestisce anche il club francese del Lille – che come il Milan ha partecipato alla Champions League – e da cui i rossoneri hanno acquistato il portiere Mike Maignan e l’attaccante Rafael Leao.”

    1
  17. Il Milan non rischia assolutamente nulla a livello sportivo, l’indagine riguarda gli amministratori delegati Furlani e l’ex Gazidis. Loro rischiano le sanzioni previste dall’art. 2638 c.c. Elliott, peraltro, già da tempo non esercita più influenza sul Lille. Quindi ipotizzare pure violazione della normativa sulle multiproprietà è quantomeno fantasioso. L’indagine mi sembra che poggia su basi tutt’altro che solide.

    Felice Raimondo, avvocato.

  18. Smentite di rito, Felice Raimondo noto per intervenire spesso in favore del club, o della proprietà, si tratta di un’indagine che coinvolge chi ha potere di firma, vecchia e nuova proprietà, nuova tra virgolette, è responsabilità diretta del club

  19. Non so nulla di giurisprudenza sportiva e quindi taccio e aspetto.
    Rilevo però che tutti, compreso il buon Andrea Longoni e il nostro mabell, hanno attinto dal dossier di quel mastino di Luigi Ferrarella dal CdS. Un articolo come il suo non si prepara in poco tempo e quindi lui aveva da tempo avuto l’informazione. Da chi? Solita domanda pleonastica, ripetitiva e usuale.
    Aspettiamo gli eventi prima di stracciarci le vesti, ma le attenzioni che ci riservano magistratura e certi giornalisti d’assalto e sospetta e inquietante.

  20. Felice Raimondo non è attendibile mentre il corsera sì. Rischio radiazione. Dai su, state calmi.

    1
  21. Ubi maior minor cessat, almeno non si parla più di Pioli out Pioli in, il pesce puzza sempre dalla testa, sempre detto

  22. Da Milan News. Rafforzo quanto scritto da Marcovan.

    Raimondo: “Per me nessun inquirente riuscirà mai a dimostrare che il Milan oggi è di proprietà di Elliott.

  23. Più che dirvi il solito VE LO AVEVO DETTO (perché io sono sempre “u meeeggh d tuuutt”, cioè il più dritto), non saprei che altro dirvi. Se non riescono a togliere il giocattolo a questi ipotetici “gira soldi sporchi internazionali (derivanti anche da conflitti internazionali)”, prepariamoci al peggio. Ora vado a vomitare…

    1
  24. Buongiorno @Nico, questi ci portano alla terza, altro che ottava o seconda 😀 😀 😀 La marmotta league sta già con i fucili spianati 😀

  25. Raimondo: “Per me nessun inquirente riuscirà mai a dimostrare che il Milan oggi è di proprietà di Elliott.

    Raimondo smentitore seriale, insiste sul punto della multiproprietà Elliott-Lille, ma sa benissimo, e si evince dal maniavantismo di questa frase, che se fosse dimostrata l’ipotesi di mancate comunicazioni da parte degli AD, che hanno potere di firma, e quindi porterebbero a responsabilità diretta del club, si tratterebbe di mancata trasparenza sulla proprietà, penalizzazione quasi certa, ovviamente la marmotta league non vede l’ora… Purtroppo, Maldini aveva ragione, in quell’intervista famosa su Cardinale disse solo che non era stato trasparente e che l’aveva licenziato perché non andava d’accordo con <Furlani , uomo di Elliott, che con Scaroni, altro uomo di Elliott, lasciando intendere che Cardinale era solo una testa di legno e che i veri padroni che l’avevano fatto fuori fossero Elliott. Ero già dell’idea che il pesce puzza sempre dalla testa, da oggi ancora di più e divento un fermo oppositore di questa proprietà, comincio a pensare che l’aver lasciato Pioli alla guida tecnica sia stato voluto per poter sviare l’attenzione dei tifosi sull’allenatore, e poter continuare a fare i loro sporchi comodacci

  26. andateci piano, ragazzi.
    Mi sembra di tornare al “clima” del 5G sottocutaneo, dei vaccini per controllarci, della terra piatta!
    Calmatevi!

  27. Se non c’era radiazione al tempo del Berlusca-cinese (li si avrebbero dovuto indagare) non vedo dove sia il problema adesso.

  28. La vendita del Milan non è stata per niente chiara già la prima dove Berlusconi ed Elliot si sono “inventati” il cinese per fare certe operazioni che solo una volta fatte il tutto passava ufficialmente ad Elliot. Poi questa “vendita” al Cardinale Rosso dove lui compera con un prestito (circa la metà di quanto avrebbe pagato) fattogli da chi vende, sempre Elliot e in sala comando uomini Elliot Scaroni e Furlani.
    Non so nulla di giurisprudenza sportiva ma il fatto che prima Berlusconi/Elliot si inventano il Cinese ( e qui forse si intuisce il perché) e successivamente Elliot fa questa finta vendita al Cardinale che ben conoscevano (sempre che la proprietà, come sembra, sia veramente ancora di Elliot) e qui personalmente non capisco il perché il motivo per cui Elliot finge la vendita… ma se lo fa in questo modo purtroppo la cosa mi puzza e parecchio…
    p.s. Senza dimenticare che oltre al Cardinale interessati all’acquisto del Milan c’era il fondo Saudita.
    Berlusca dopo la cessione disse più o meno “lasciato il Milan in buone mani”. Certo siamo ancora in buone mani

  29. La Uefa o chi per loro non aveva già verificato che il “caso” della doppia proprietà Lille/Milan non sussisteva?
    Se il “reato” sarebbe che il compratore ha comprato il Milan a debito e quindi il vero padrone è il creditore, allora anche l’Inter è ha una proprietà falsa? invece di essere di Zhang, è di proprietà del fondo Oaktree a cui devono restituire uno sbanderno di soldi, di più che cardinale a Elliott?
    (Ma pure io, nel mio piccolo, sto dichiarando il falso quando dico che ho comprato casa, perchè in effetti l’ho comprata col mutuo?)
    Se la carta incriminante data agli arabi dice più o meno “come sapete (lo sa tutto il mondo perchè è scritto ovunque) abbiamo comprato a debito il 99% delle quote, se ci date XYZ soldi per coprire parte di suddetto debito avrete il controllo sul corrispondente ZYX% delle quote societarie” cosa ci sarebbe di sbagliato?
    La GDF non aveva già fatto le pulci senza trovare nulla sia a Berlusconi/Li, prima, sia a Elliott/Cardinale su soffiata dei soliti Cerchione e Avanzo, dopo, sempre senza cavare un ragno da buco?
    Mah

  30. Trovo francamente fantasiose le accuse mosse perchè non capisco che vantaggio tragga Elliot dal fingere la vendita di un asset che vale lo zero-virgola del suo portafoglio…
    Bah: ci vedo tantissimo fumo e veramente poco arrosto.

    Faccio solo notare la tempestività con cui questa deflagrazione ha seguito l’educato rifiuto della società a restare a San Siro per virare dritta su San Donato.

  31. Stendiamo poi un velo pietoso sui giornalai, che ritirano nuovamente fuori la storia del Lille dimenticandosi di dire che:
    a. la questione non fu problema già quando Elliot era sicuramente nostro proprietario
    b. l’UEFA già fece un’indagine che si concluse nel 22 senza conseguenze

  32. @Lapinsù
    allora ricordavo bene.
    Diciamo che fa ridere che nei giornali si spari lo “scoop” della doppia proprietà (presunta) come reato quando a giorni alterni si esaltano la favola Girona in lotta per la Liga e/o si elegge a modello la gestione economico/sportiva del duo Lipsia-Salisburgo, che sono DAVVERO doppie proprietà stavolta conclamate.
    Comunque vedremo.

  33. la tempestività è un’altra perla.
    Io fatico veramente a capire questa storia, tutto non è già stato passato al setaccio anche con la causa di quei due ex soci che han buttato in piedi, peraltro uscendone sconfitti?
    Lo scopo è quello di vedere se c’è veramente qualche altro possibile acquirente?
    E poi, a fronte di una indagine in corso dove ancora non si sa nulla dei capi d’accusa, c’è chi si sbizzarrisce con le sanzioni, le condanne, gli scenari da serie C, le fucilazioni in piazza.
    Ma stiamo parlando di che cosa? Nessuno sa niente ancora ma già si spoilera il finale. Vergogna!

  34. Ghost sicuro che la terra non sia piatta??? I campi sportivi sono belli piatti e la palla se non la spingi non rotola… ah ah ah
    Comunque ragazzi, io penso che si risolverà in un nulla di fatto. Se volevano fare le cose convinti di fregare le hanno fatte così bene che sarà impossibile scoprire la magagna. Stiamo parlando di personaggi di altissimo livello economico, non di neo ragionieri assunti alla prima esperienza lavorativa.
    Oh poi, come ha scritto Marcovan, se dovessero sbattere il Milan in C è la scusa buona di dedicarmi ad altro e stare più tranquillo il weekend.

  35. Il giorno che ci libereremo dei peracottari americani si spera di andare a finire in mani decenti, non dico

    in buone mani

    , come disse il buon Silvio.

  36. Cosa volete che vi dica? Come ho scritto ieri il bubbone è scappato fuori da quella esimia penna da bulldog d’assalto di Luigi Ferrarella sul CdS che evidentemente aveva avuto da tempo l’imbeccata giusta. Mi “tranquillizza” pensare che una delle maggiori finanziarie del mondo di proprietà di Paul Singer, considerato uno dei più grandi avvoltoi di Wall Street, che ha anche vinto una “guerra” contro l’Argentina, possa farsi mettere un buca per queste cose.
    In ogni caso i cagnolini affamati e servizievoli hanno già pubblicato la notizia come un dato di fatto. Basta guardare la prima pagina di quella mondezza della Gazzetta. Nel titolo no c’è neppure un punto interrogativo.

    Faccio solo notare la tempestività con cui questa deflagrazione ha seguito l’educato rifiuto della società a restare a San Siro per virare dritta su San Donato.
    Non sei certamente l’unico a sollevare il dubbio di certe coincidenze.

I commenti sono chiusi.