Ristorante di Milano. Giornalisti vari attovagliati.
Si parla di Berlusconi. A un certo punto uno se ne esce: "Avete visto? dopo la botta di Veronica, adesso la botta su Ancelotti!"
E tutti a ridere.
Un altro giornalista dice: "Il bello è che si bevono tutto. Qualsiasi cazzata scriviamo. E' come sparare sulla Croce Rossa".
Altro giornalista:"Perchè quella su Ancelotti non l'ha detta?"
Risposta: "Ma ti sembra? Secondo te uno parla con degli sconosciuti, all'estero, e pugnala il suo allenatore storico? Per di più in presenza di giornalisti? Maddai! Bravo il mio collega a metterla giù verosimile. E coglioni tutti ad aver abboccato".
"Ecco perchè non smentisce e Galliani dice che è venuto giù dalle nuvole…". dice uno.
"Cosa deve smentire? Ha talmente tanti cazzi che il Milan è l'ultimo dei suoi pensieri. E poi quella sera era insieme a tutti vertici Eni ed Enel, mica era in piscina…. Non hai visto i comunicati di ieri?".

Da Criticarossonera.

Doverosa premessa: il blog di cui sopra non è la Bibbia.

Tuttavia, ha dimostrato più di una volta che i suoi misteriosi redattori si muovono in ambienti molto vicini alla società e alla stampa milanese. Molto probabilmente sono giornalisti essi stessi. Il post sopra riportato non dimostra nulla, si tratta di discorsi che chiunque potrebbe inventarsi di sana pianta. Ma, conoscendo l'atavica avversione per il premier che nutre il quotidiano che ha pubblicato per primo le esternazioni berlusconiane anti-Ancelotti nonchè l'endemica  inclinazione alle balle di gran parte della stampa italiana, il tutto potrebbe essere verosimile. Mi ha colpito molto soprattutto una frase: "Il bello è che si bevono tutto. Qualsiasi cazzata scriviamo."