Buongiorno a tutti! Torna la "Vedova allegra", ma in versione 2.0. Si cambia sede, ci si aggiorna e ci si rinnova. La rubrica avrà come collocazione il mercoledì, pertanto (a meno di fatti straordinari) chiedo la cortesia di evitare sovrapposizioni per almeno 12 ore. Non tanto per la qualità del mio scrivere, quanto per alcune novità che ho intenzione di introdurre. Quindi, ricominciamo!?!

Ogni settimana ci saranno 4 piccole sotto-rubriche: 2 di attualità e 2 ludiche. Ho intenzione di provare ad accrescere il livello di interattività del blog e i giochi svolgeranno questa funzione.

Lodi e Taci L’attualità rossonera extra-calcistica è quanto di più intricato si possa pensare e immaginare. Ormai, che la società A.C. Milan s.p.a. sia in vendita è un dato di fatto, a nulla valgono le ripetute smentite di Fininvest pubblicate sul sito ufficiale rossonero. In Italia saremo anche (a dire di alcuni o di molti) in assenza di libertà d’informazione, ma quando una notizia viene trattata con tanta e ripetuta insistenza un fondo di verità è per forza presente. Questo è il periodo di tale Rezart Taci, è stato il periodo dei Ferrero e di Ligresti, a breve si tornerà a parlare di arabi. Siamo in vendita, punto e basta. La sentenza della X sezione Civile di Milano non è altro che un’accelerazione di questo ineluttabile destino. 750 milioni sono molti e liquidità immediata può provenire solo dalla cessione di A.C. Milan s.p.a. Voi siete pronti a cambiare presidente, io, nonostante tutto, no.

De tatticorum natura Concedetemi questo improvvido uso della lingua latina per parlare un istante di cosa sia il famoso e tanto usato 4-4-2. Orbene, il prode Nascimento de Araujo domenica ha proposto un 4-4-2 raccapricciante. Voi direte che poco si discostava da quelli offerti da Ancelotti in alcune occasioni (vedi un vincente Livorno-Milan, stagione 2005/06). Ahinoi non è così. Fra i cardini del 4-4-2 ci sono: i movimenti degli esterni, le sovrapposizioni e i movimenti delle punte (in particolare della cosiddetta prima punta). Bene, io di ciò non ho visto praticamente nulla. La sensazione di indisciplina tattica era disarmante. Flamini si è costantemente accentrato creando confusione e dimenticando la sua principale funzione del giorno: consentire appoggio x allargare il gioco. Abate e Zambrotta non hanno mai generato superiorità numerica con sovrapposizioni. Le uniche sortite offensive si sono avute quando i due esterni avevano stretto centralmente, mancando così il principio e l’utilità della sovrapposizione stessa. Huntelaar non ha mai giocato una volta in appoggio del portatore di palla e se lo faceva era costantemente anticipato. Eravamo agghiaccianti, scarsi persino nell’applicazione scolastica di concetti tattici da scuola calcio. E’ bene quindi domandarsi: il problema è Leonardo o la scarsa disponibilità dei giocatori?

Indoviniamo la storia Ecco a voi il primo gioco. Molto semplice e molto immediato. Nell’arco della settimana (ALL’INTERNO DEI COMMENTI!!!!!) vi verranno dati indizi utili ad indovinare un evento, un nome, un gol, un risultato ecc… Insomma un qualcosa della ultra centenaria storia rossonera. A meno di clamorosi "colpi di culo", il gioco si protrarrà per l’intera settimana, per cui assommate poco a poco gli indizi che vi perverranno fino a giungere alla risposta definitiva. Avete solo 3 tentativi, perciò ponderate bene la risposte che mi comunicherete o via PVT o direttamente nei commenti. E’ preferibile la soluzione del PVT, perchè magari qualche commento potrebbe sfuggirmi. A fine anno stileremo una classifica e il migliore avrà diritto ad un premio simbolico che deciderò più avanti.

Indizio n. 1: Guly

Raccontiamo una storia Il secondo gioco è invece molto idiota, ma divertente. Di seguito vi riporterò 7 parole a caso e voi dovrete (se lo vorrete) metterle insieme in una breve storia dalle tinte rossonere di non più di 150 parole. Inviatemela via PVT e quella che da me verrà ritenuta più divertente sarà pubblicata con gli onori del caso nella settimana successiva.

7 parole: Belen, centravanti, tette, Fiat 500, Mauro Suma, Kinder Delice, portapacchi.

I giochi avranno un seguito soprattutto in base alla vostra approvazione e partecipazione… Ebbene sì, è una minaccia!