Si gioca oggi al Manuzzi di Cesena la prima trasferta della stagione per la compagine rossonera guidata dal neo-allenatore Allegri. Queste le probabili formazioni con cui gli opposti schieramenti si fronteggeranno.



Cesena (4-3-3)
:
Antonioli; Ceccarelli, Von Bergen, Pellegrino, Nagatomo; Appiah, Colucci, Parolo; Schelotto, Bogdani, Giaccherini. A disposizione: Cavalieri, Petras, Benalouane, Piangerelli, Jimenez, Paonessa, Malonga. All.: Ficcadenti
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Caserta, Chiavarini, Budan

Milan (4-3-3): Abbiati; Bonera, Papastathopoulos, Thiago Silva, Antonini; Gattuso, Pirlo, Ambrosini; Pato, Ibrahimovic, Ronaldinho. A disposizione: Amelia, Oddo, Abate, Zambrotta, Boateng, Robinho, Inzaghi. All.: Allegri
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Flamini, Nesta, Seedorf

Poco so del Cesena se non che è tornato in Serie A senza avere i favori del pronostico e che è riuscito a strappare un insperato pari all'Olimpico di Roma contro i giallorossi alla prima giornata. Dei suoi giocatori conosco il quarantunenne Antonioli autore di parate decisive proprio contro la sua ex-squadra, Pellegrino discreto difensore in forza precedentemente all'Atalanta, Appiah che dopo gravi problemi di salute sembra aver ritrovato la possibilità di giocare ad alti livelli, Schelotto di cui si dice un gran bene e che è stato protagonista nella nostra under-21 e infine Bogdani un centrattacco reduce da stagioni mediocri nel Chievo. Sulla carta non proprio uno squadrone ma avrà dalla sua certamente l'entusiasmo di uno stadio stracolmo (anche grazie ai tifosi rossoneri) e il classico "nulla da perdere" che tanto fa rendere le piccole squadre al di sopra delle proprie possibilità.

Noi siamo, a parer mio, inguardabili a centrocampo dove vedere ancora il trio Gattuso-Pirlo-Ambrosini mette tristezza mista a compassione ma si sa, acquistare a centrocampo è meno mediatico che farlo in attacco (che se poi Gattuso mette in panchina il neo-arrivato Boateng forse il ghanese ha fatto ad Allegri la stessa impressione che ha fatto a me); già orfani di Nesta – come si temeva e come si poteva ipotizzare – così Sokratis avrà l'occasione di dimostrare se è un colpetto di medio livello o se è in grado di essere all'altezza del fuoriclasse romano; appena discreti sulle fasce laterali con la coppia Bonera-Antonini che non fa certo sognare; forti, molto forti, in attacco dove però sono curioso di vedere chi farà la prima punta tra Ibrahimovic e Pato dato che lo svedese l'ultima volta che l'ho visto giocare lì ha fatto la figura del pilone nella semifinale Barcelona-Inter di Champions League. Probabile un ingresso a partita in corso dell'altro acquisto Robinho ma spero di non vedere il kamikazico quartetto insieme perché vorrebbe dire essere sotto con il Cesena.