Si affrontano al San Siro di Milano, per la terza giornata del campionato di calcio il Milan di Ibrahimovic e il Catania di Maxi Lopez. Stesso ruolino di marcia fin qui per le due compagini con una sconfitta ed una vittoria per entrambe, segno che in trasferta hanno fatto cagare. La formazione rossonera deve dimostrare dunque che Cesena è stato solo un incidente di percorso e che è composta da almeno un campione ineguagliabile che tutto il mondo ci invidia (tranne Sacchi) e per il quale deve rigorosamente baciare le mani al suo proprietario. Gli etnei invece vorranno far capire che anche fuori dalle mura amiche possono essere un osso duro, cosa peraltro già riuscita proprio a Milano l'anno scorso dove solo la bravura del buon Borriello evitò la disfatta, magica doppietta per il compianto "miglior centravanti italiano" (autocit.). Per fortuna, però, quest'anno sulla loro panchina c'è uno come Giampaolo, non mi capacito proprio di come riesca sempre a trovare lavoro in A.

Queste le (im)probabili formazioni, la fonte è sportmediaset.it:

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Bonera, Nesta, Thiago Silva, Antonini; Boateng, Pirlo, Seedorf; Inzaghi, Ibrahimovic, Ronaldinho. A disposizione: Amelia, Zambrotta, Yepes, Abate, Papasthatopoulos, Gattuso, Robinho. All.: Allegri
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Flamini, Ambrosini, Pato
Catania (4-3-1-2): Andujar; Potenza, Silvestre, Spolli, Capuano; Biagianti, Carboni, Ledesma; Ricchiuti; Lopez, Mascara.
A disposizione: Campagnolo, Alvarez, Terlizzi, Gomez, Izco, Antenucci, Morimoto. All.: Giampaolo
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Sciacca

Interessante la posizione di Inzaghi come trequartista data dal sito succitato alle ore 21 di venerdì 17, cioè mentre scrivo, ce lo vedo bene a pennellare altruisticamente per i record altrui e con quel piedino poi… Più verosimilmente farà la prima punta con Ibrahimovic e Ronaldinho dietro più stretti, alla maniera ancelottiana dell'alberello, il che ci può stare assolutamente. Se poi Allegri vuol far giocare Ibrahimovic assistente di linea come fatto con Pato faccia pure, tanto la colpa sarebbe comunque di Leonardo. Boateng a centrocampo dovrà giocarsi la sua chance garantendo continuità, cosa che Gourcuff non riuscì a fare dopo l'ottimo esordio con l'Aek Atene perché…

accendi la risposta giusta:

a) perché il Comitato lo ha messo all'angolo;
b) perché Ancelotti non capisce un cazzo di calcio;
c) perché aveva le palle stile Gilardino;
d) perché amava uscire con Kaladze (e non erano soli);
e) perché ha votato Ségolène Royal.

Per il resto solito schifo discretamente sopportabile sulle corsie laterali (io avrei tenuto Zambrotta) ma almeno c'è il Nesta-Silva e quindi si spera che ci tengano un po' alti per evitare le uccellate in contropiede con praterie per i veloci avanti avversari. Pirlo-Seedorf? Beh, lo sostituireste uno dei due con Gattuso (all'opzione Gattuso-Pirlo-Seedorf non penso perché presumo la capacità di intendere e di volere di Allegri)? E non tiratemi fuori "A muso duro" Strasser, Oduacoso e l'omonimo della Cancelliera. Piuttosto tiratemi fuori un concetto del tipo: "ma hai visto la società come ci prendeva per il culo con la storiella del <<prima se ne va uno e poi ne arriva un altro>>? Per sostituire Pirlo-Seedorf basta operare lo stesso <<levati dal cazzo>> che ha fatto scappare a gambe levate Borry-Hunty. Ne compri due forti e vedi come schizzano via". Di nuovo baciamo le mani, al Comitato no?