Poche scuse, Mercoledì giocheremo ancora contro il Real Madrid che ci ha completamente ammutolito al Bernabeu.
Questa partita il Milan non può sbagliarla. E con "sbagliarla" non intendo perderla, contro questo Real Madrid e questo Ronaldo ci può tranquillamente stare, ma giocarla con un blocco mentale e fisico come in terra ispanica.

La squadra di Mourinho non cambierà il suo modo di giocare, restando ancorato al suo gioco rapido, frizzante e fantasioso, mentre noi invece siamo ancora un'incognita. Dopo 3 mesi non abbiamo ancora un'identità di gioco netta, decisa e marcata. Leonardo di questi tempi cominciava a preparare il bitume con il quale ha asfaltato chiunque fino ad Aprile.

Con Bonera Out, e il ritorno di Thiago Silva la difesa che si troveranno davanti CR7 e compagni sarà probabilmente, Zambrotta Nesta Thiago Oddo.
Il centrocampo invece è un rebus. Boateng/Ambrosini e Seedorf a giocarsi un posto affianco a Pirlo e Gattuso.
In attacco Ibra e poi boh. Io proverei addirittura a giocare con Dinho e Binho dietro allo svedese.

Che partita sarà?
Difficile, molto difficile. Il Real era una squadra temibile, ma con il demone di Setubal in panca anche la Longobarda sarebbe da Champions League.

Cosa deve fare il Milan?
Due sole cose: stare tranquillo e tenere i ritmi bassi, altrimenti gli 80.000 di San Siro si troveranno ad assistere a uno spettacolo stile  29 settembre 2009.

Chi saranno gli uomini chiave della partita??
Real Madrid: Cristiano Ronaldo, Xabi Alonso e Casillias
Milan: Ibrahimovic, Pirlo, Nesta&Thiago.

"Diavolo, entra in campo e dimostra chi sei!"
Milan-Real Madrid, 3 Novembre 2010. Stadio San Siro in Milano. Che il derby d'europa atto II abbia inizio…