"Sono felice di andare a Roma, è la svolta della mia carriera"

Era il 18 Dicembre 2010.
A S.Siro arriva la Roma.
Perdiamo 0-1 con rete di Marco Borriello, il centravanti cresciuto in casa nostra e mandato in giro a farsi le ossa.
Faticosamente riportato alla base, proveniente da una ottima stagione al Genoa, e ceduto infine alla Roma nel contesto dell'operazione Ibrahimovic.
Appena arrivato a Roma, dichiara:
“Sono felice di andare alla Roma, è la svolta della mia carriera”.
Dichiarazione impegnativa e digerita, non bene, da una buona fetta dei tifosi rossoneri.
Ecco, caro Marco, io ricordo le tue prestazioni da noi e, spesso, ti ho riconosciuto i meriti. Ricordo, ad esempio, alcuni tuoi rientri fino all'area di rigore nostra, a recuperare palloni. O una tua rete di testa, su punizione di Seedorf, che mi fece sobbalzare e mi tornarono in mente i tempi di Bierhoff, corazziere tedesco colto e gentiluomo.
Forse l'ultimo, dei nostri recenti attaccanti, con il colpo di testa tra i punti di forza.
Ora, non è che ce l'ho con te. Hai dovuto cambiare aria e, giustamente, hai cambiato.
Hai rilasciato però una dichiarazione, come dire, un pò… avventatella.
Non è andata come speravi tu, nessuna svolta. Nessuna "sterzata" alla tua carriera. Tanta panca.
Ora veniamo in blocco a trovarti nella tua nuova casa, a Roma.
Con la voglia di restituire, a te e alla tua squadra di lupetti, lo sgradito regalo ricevuto nel freddo di Dicembre.
Sai quanti tuoi ex compagni di squadra, domani potranno dire più o meno la tua stessa frase, vero?
“Sono felice di andare a Roma, è la svolta della mia carriera”.
Tanti eh? Mister compreso. E' la legge dello sport.
Buona fortuna, Marco.
Non domani, però.
Abbiamo troppa voglia di "svoltare".
Ed è tempo di farlo e…Decimo Meridio, diglielo tu che…a mì, me capìsen no.
Ghost, stà bbono, jo dico io:" A randagi, dovémo svoltà! Pé fallo, dovémo favve piagne. Già piagneno i nemici vostri da a Lazie e l'amichetti loro de Milano…daje, scansateve, che dovemo passà, nun c'avemo tempo da perde…e vedete de nun fà scherzi…che m'abbasta 'n cenno e ve scateno l'Inferno !!"