A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Le partite di Sabato 7 Gennaio 2012:
Ore 18:00: Siena (15) – Lazio (30): Toscani in grande affanno. Nelle ultime 7 partite solo 2 punti. Romani che hanno pareggiato con i clivensi l’ultimo turno di recupero della 1ª giornata.
Ore 20:45: Inter (26) – Parma (19): Nerazzurri, che sembra abbiano trovato equilibrio, affrontano i ducali che hanno pareggiato con il Catania.
Le partite di Domenica 8 Gennaio 2012:
Ore 12:30: Udinese (32) – Cesena (12): Friulani in buona serie, nonostante l’ultimo pareggio con la Juventus gli sia costato la testa della classifica contro i romagnoli che hanno poco da dire. Ma non si sa mai.
Ore 15:00: Bologna (15) – Catania (22): Emiliani reduci dalla sconfitta con la Roma, trovano un Catania capace di segnarne 3 in trasferta a Parma.
Ore 15:00: Cagliari (18) – Genoa (21): Sardi molto discontinui per gioco e risultati e liguri in fase di assestamento dopo un periodo molto negativo, con l’apice nel crollo di Napoli con punteggio tennistico.
Ore 15:00: Lecce (9)- Juventus (34): Dovrebbe essere una passeggiata di saluti e non una partita da strapparsi i capelli. E proprio i capelli nuovi del mister ne fanno, però, la differenza. Nel senso che quando era Lecce ne aveva molti di più e non ha intenzione di perderne altri. Comunque è l’artefice che ha fatto fare un salto notevole, in avanti, ai bianconeri.
Ore 15:00: Novara (12) – Fiorentina (18): Piemontesi reduci dal pareggio con il Palermo e viola privi di Gilardino accasatosi con il grifone.
Ore 15:00: Roma (24) – Chievo (20): Lupacchiotti reduci dalla vittoria a Bologna, ma con la grana De Rossi. Veneti risvegliatisi recentemente, e parzialmente, con il pareggio con la Lazio.
Ore 20:45: Palermo (21) – Napoli (24): Gli Zamparini boys devono fare punti, ma i partenopei sono in salute.
Partita da bollino rosso:
Ore 15:00: Atalanta (26) – Milan (34): I bergamaschi sono reduci dalla sonante vittoria con il Cesena, quasi a dimostrare che la vicenda Doni non ha lasciato il segno. L’ultimo incontro, due anni fa, finì in pareggio 1-1. Noi abbiamo visto una discreta, se non buona, condizione a Dubai. L’infermeria è quasi vuota, dopo parecchio tempo. L’ultimo turno abbiamo sbancato Cagliari.

..così, tanto per dire..

Visto che l’argomento è caldo, dal ritiro negli Emirati sono arrivate notizie confortanti: Pato ha salutato Ancelotti, Pato ha parlato con Allegri, Pato ha segnato, Pato ha ricevuto la liberatoria da Barbara, Pato ha ricevuto a Natale due abbonamenti a l’Opéra national de Paris per la stagione artistica in corso, Pato non interessa a Carletto, Pato non diventerà papà.
Pato andrà dunque via.
Con queste rassicuranti certezze si prosegue il cammino.