A TUTTO CAMPO….GHOST TO GHOST

Fiorentina – Napoli (0-3) e Inter – Bologna (0-3) giocate venerdì 18/02.

Le partite di Domenica 20 Febbraio 2012:
Ore 12:30: Lecce (18) – Siena (23): I salentini hanno pareggiato con l’Atalanta e i toscani hanno vinto con la Roma.
Ore 15:00: Cesena (16) – Milan (47): I romagnoli, fanalino di coda, giocano sul campo in sintetico. In precedenza avevamo giocato su un terreno identico a Novara e vincendo 3 – 0. Giochiamo dopo la confortante prestazione di C.L. e con il recupero di qualche infortunato. Virtualmente siamo a -2 dalla Juve.
Ore 15:00: Genoa (30) – Chievo (27): La batosta con il Catania può pesare nel confronto con i clivensi che hanno perso le ultime due partite.
Ore 15:00: Novara (16) – Atalanta (33): I piemontesi che hanno fatto bottino pieno a Milano, trovano un’avversaria con gli stessi colori dei prescritti. La compagine bergamasca intende utilizzare la seconda maglia.
Ore 15:00: Roma (35) – Parma (28): Giallorossi che si confermano irregolari nel rendimento, dopo la sconfitta con il Siena sono chiamati ad un riscatto casalingo con il Parma che ha fermato i risentiti e protestanti bianconeri piemontesi.
Ore 20:45: Palermo (31) – Lazio (42): La squadra di Delio Rossi ha perso con il Cagliari dopo una buona serie positiva. Possibile il riscatto con una Lazio sconfitta pesantemente in E.L.?.
Partite da bollino rosso:
Sabato 19 Febbraio 2012:
Ore 20:45: Juventus (46) – Catania (27): I lamentosi bianconeri, rinnovati piangenti dell’Italia pedatoria, maestri di stile e casta virtù, compostissimi reagenti alle presunte prevaricazioni sportive, affrontano i siciliani di Catania che hanno affossato pesantemente il Genoa. Un “caloroso” augurio sportivo: possano le bipedi zebre bruciarsi i peli del culo sotto una provvidenziale, abbondante, benefica e inaspettata colata lavica.
Domenica 20 Febbraio 2012
Ore 20:45: Udinese (41) – Cagliari (30): I friulani dopo la sconfitta con noi ed il pareggio in E.L. con il Paok, trovano i sardi che hanno vinto con i rosanero palermitani.

…così, tanto per dire…

Agnello mannaro

Il giorno 16 febbraio è comparso un comunicato sul sito ufficiale della Juventus, lamentando una presunta imparzialità di giudizio degli arbitri.
Sostanzialmente non si contesta solo una decisione dell’arbitro in campo, corretta o sbagliata che sia. Qui si pone il dubbio che ci sia un sistema per danneggiare la Juventus lanciando il sospetto che tutto è ancora legato alle vicende del 2006. Incredibile.
Probabilmente le polemiche e i litigi con i prescritti, li hanno fatti diventare come loro.

E non sbagliavo affatto quando definivo presuntuoso e arrogantello il loro Presidente. Il cucciolo di pecora che si atteggia a lupo. Un agnello mannaro.
Il Mou del Salento, il Tricotico Transformer, il Conte della Bagna Caòda e Principe ereditario del Luccicone, è un buon allenatore. E intelligente e furbo viste le risposte piccate.
Nonostante tutto questo, per me, è causa di uggia.
Come il suo datore di lavoro attuale. Quello precedente, quantomeno, dimostra essere più realista.

Oh, ma guarda il caso: tra 7 giorni c’è in ballo a San Siro la sfida decisiva con questi afflitti da cifosi. Volete farmi credere che non è per caso che iniziano a strillare? eheh.
Del resto, sullo stile, non possiamo certo competere…