Prima di scrivere sulla partita, mi sembra legittimo manifestare il mio pensiero sul tutt’altro che fortunato sorteggio di Champions League

A me va bene così; se per vincere bisogna affrontare i più forti, ebbene, così sia; a che servirebbe dribblare i più forti il più a lungo possibile? A prolungare un’inutile agonia? Via il dente via il dolore…

Nella vita chi ha gli attributi i problemi li affronta, anziché evitarli. Siamo da sempre abituati a lottare, no? Ottimo, allora sputeremo sangue anche stavolta: meglio morire da leoni che vivere come delle pecore. E poi un vantaggio contro il Barcellona c’è, quello che per nessuna ragione ci prenderemo distrazioni. La soglia di allerta sarà al massimo, e sappiamo bene quanto un Diavolo concentrato possa fare bene…

Mi preoccupa di più il nostro ancora elevato numero di infortunati, ma questa è un’altra storia…

Pensare però adesso ai Blaugrana sarebbe controproducente in campionato, obiettivo sicuramente più alla nostra portata allo stato attuale delle cose. Molto meglio concentrarsi sul Parma da affrontare al Tardini, in attesa di capire cosa combinerà la Juve a Firenze

LA PARTITA:

Bentornato Ringhio...

I rossoneri vincono contro il Parma per 2-0, al termine di una partita non proprio entusiasmante; era però importante vincere e questa è la cosa in cui riusciamo al meglio da un po’ di tempo a questa parte, vuoi con l’opportunismo, vuoi per un tasso tecnico superiore rispetto agli avversari. Vincere, considerati gli infortuni recenti di Robinho, Van Bommel e Abate, non è proprio sempre così scontato.

Il Parma comincia bene ed è bello pimpante nei primi 10′ di gioco, con qualche conclusione da fuori area tutt’altro che pericolosa, qualche corner ed un fuorigioco dubbio di Giovinco. Sappiamo tutti però che il Milan è capace di castigare chiunque in qualsiasi momento, ed è proprio ciò che fa al 15′ dopo essersi visto assegnato un penalty per un fallo di mano di Zaccardo su tiro di Emanuelson. Il solito Ibra s’incarica della battuta e spiazza il povero Mirante, 1-0 per noi.

La partita si avvia così sui binari migliori, gli emiliani sono costretti ad avanzare lasciandoci ampi spazi per le ripartenze, ripartenze che non mancano. Al 18′ Emanuelson si mangia un gol clamoroso dopo che Mirante respinge una punizione di Zlatan, mentre è clamoroso, al 32′, un rigore nettissimo sullo svedese incredibilmente non concesso da Banti. Il Parma cerca di raddrizzare il match e, suo malgrado, quasi ci riesce al 41′, quando Thiagone nostro effettua un restropassaggio che si stampa sulla traversa. Poco prima del ritorno negli spogliatoi c’è ancora tempo per un’occasionissima di Ibra solo davanti al portiere con conseguente tiro di Muntari fuori non di molto.

Nel secondo tempo i padroni di casa rientrano in campo molto più tosti ed il forcing degli avversari è ben visibile nei primissimi minuti, prova ne è il piccolo Giovinco che, al 50′, mentre riparte travolge il povero Banti reo di trovarsi al posto sbagliato nel momento sbagliato. Proprio in questo bel momento per gli avversari ecco al 54′ la bastonata del Diavolo ad opera di Urby, che si fa, dopo un’azione molto pericolosa del piccolo Giovinco, una lunga cavalcata per tutto il campo, NON passa giustamente il pallone ad un Ibra palesemente in offside, scarta il portiere defilandosi sulla destra e segna.

Arrivati a questo punto, al Milan importa solo gestire il risultato; il Parma è anche sfortunato, soprattutto al 92′ quando Floccari centra la parte alta della traversa, tuttavia ai nostri le occasioni per incrementare il vantaggio non mancano, soprattutto con Emanuelson, Ibra e Nocerino. Al 91′ un momento che tutti i milanisti attendevano: dopo un serissimo problema agli occhi torna finalmente in campo Ringhio Gattuso, uno che ritorna in un momento delicatissimo per la squadra. Chissà che la sua grinta non faccia la differenza…

Tre punti d’oro, fermo restando che contro la Juve per il ritorno di Coppa Italia e contro i catalani occorrerà ben altro…

Avanti, senza paura…

P.S.: I miei più sinceri auguri al povero Muamba, colto da infarto durante una partita di Premier League

P.P.S.: Sembra incredibile, ma questa settimana il blog Screwdrivers ha ottenuto il suo momento di gloria mediatica, dal momento che…

SIAMO FINITI IN TELEVISIONE!!! Più precisamente su SporTVL, emittente toscana visibile solo sul canale 193 del digitale terrestre regionale. Il sottoscritto, ospite della trasmissione “L’Altro Calcio” condotta da Gianluca Barni e Carlotta Segoni, ha parlato del blog, soffermandosi sulla sua nascita e su alcune rubriche e redattori che lo caratterizzano:

 http://www.screwdrivers-milanblog.it/screw-on-tv/

Buona visione…