SALA D’ATTESA – I COLLOQUI DI LAVORO DEI MISTER CONTINUANO

Settimana scorsa si parlava di mister, vi avevo fatto qualche domandina, facili facili..o no?
Innanzitutto, vorrei ringraziare i 15 che hanno collaborato al sondaggione, e ora, insieme alle vostre risposte, vediamo insieme gli aggiornamenti reali delle varie situazioni, cominciando proprio dalla domanda numero 1:

.
1) chi allenerà il Milan l’anno prossimo?

le vostre risposte: 7 voti Allegri, 2 voti Seedorf, 1 voto Maran, Mazzone, Donadoni, uno-scelto-dal-presidente, il presidente. 1 “bho”
risposta reale alla mattina del 31 maggio: BHOOOOOOOOOOOOOOOOOOO. (che ci abbia preso il Boss con il suo “bho,spero non Allegri”?).

imagesL’incontro tra SB e Max viene rimandato da un po’. Prima doveva trovarsi a Milanello alla vigilia dell’ultima gara di campionato con il Siena, incontro saltato causa bidone di SB. Poi dovevano vedersi il lunedì post Siena, ma Allegri doveva fare da Maestro a Pippo e Strama al corso allenatori. Poi in questi ultimi giorni Galliani ha cercato di far da mediatore tra le due parti, essendo lui un pro-Allegri, al contrario del presidente Onorario (O maiuscola). Finalmente era stata trovata una data: giovedì 30 maggio. Ieri, perfetto, così oggi nel mio post posso mettere l’esito..e invece no. A cena ci sono andati Adriano e Max, ma per sapere (forse) la fine della storia dovremo attendere lunedì quando pare che, finalmente, al tavolo si sieda anche SB, in modo da cavare fuori, una volta per tutte, il verdetto finale.
Anche perchè, diciamocelo, la storia è controproducente per il Milan. Non è come altre squadre che ormai hanno già scelto un allenatore e devono discutere i dettagli del contratto. Qui finchè non si sceglie l’allenatore, restano bloccati i rinnovi dei contratti, l’acquisto/cessione dei giocatori..una cagata pazzesca insomma.

.
2) Se non è Allegri, dove allenerà Max?

le vostre risposte: 7 voti Milan (di cui 3 indicano l’opzione Roma in caso di addio coi rossoneri), 5 voti Roma, 1 voto anno-sabbatico-a-godersi i soldi. 2 “bho” (pare che gli indecisi vincano ancora…)
risposta reale alla mattina del 31 maggio: BHOOOOOOOOOOOO. (quasi come sopra…)

Infatti, se già detto di cosa combinano al Milan, manca cosa combinano alla Roma. Andreazzoli verrà salutato, visto che l’unica chanche (misera) che gli era rimasta per conservare il posto era la finale di Coppa Italia, persa tra l’altro contro la Lazio. Nella capitale aspettano Max e attendono l’evolversi della situazione, anche se qualcuno comincia a sbilanciarsi..

.
3) chi allenerà City, Real e PSG?

4) dove andranno Mancini, Mou e Carletto?

queste ultime due domande le metto insieme, perchè le risposte sono moolto intrecciate tra di loro..
le vostre risposte: 12 voti per Pellegrini al City, 1 per Capello, Mourinho. 1 bho. 15 voti (100%) per Carletto al Real. 8 voti per Leonardo alla guida del PSG, 3 per Mancini, 1 Wenger, Luis Enrique/Leonardo. 2 bho. Detto di Ancelotti visto al Real, anche Mou ha rischiato un 100%. Infatti 14 su 15 lo vedono al Chelsea, 1 al Monaco. Su Mancini i più indecisi e divertenti: 6 voti per non-allena-nessuno (più 1 voto all’anno-in-barca e 1 che lo vorrebbe vedere andare affanculo), 3 al PSG, 1 Arsenal, squadra-russa. 2 bho.
la situazione reale: qui ci sono delle situazioni che sembrano rispecchiare effettivamente le previsioni, mentre ultimi aggiornamenti rischiano clamorose sorprese. In dettaglio:Jose_Mourinho1
Le più probabili – Il City è ormai d’accordo con Pellegrini, manca l’ufficialità del contratto scritto, anche se c’è già un accordo verbale tra tecnico e dirigenza del club. Il Chelsea e Mou sono ormai d’accordo da mesi, si ipotizzano dettagli del contratto, durata e soldi, ma ancora l’ufficialità dell’accordo manca. Questione di tempo.Intanto, come si può vedere dalla foto, Mou saluta così Florentino e un po’ tutti i giornalisti spagnoli che lo hanno accompagnato in questi 3 anni madridisti.

.
HEYNCKES_1719003aLe sorpreseReal e PSG invece possono regalare sorprese. Sembrava ormai fatta per Carletto in Spagna, dove riusciva a coronare il suo sogno di sedersi sul banquillo blancos e invece spunta Heynckes a sorpresa. Jupp, salutato il Bayern con campionato, champions ed in odore di triplete, a fine mese verrà sostituito con Guardiola e allora, in casa Merengues si profila un sorpassone ai danni dell’italiano. Heynckes dedica l’ormai celeberrimo gesto del seghino a Carlò, come si può vedere nella foto, ed in tutta risposta lui decide di salutare i votanti del sondaggio, che gliel’hanno un po’ gufata, così alla nostra maniera.
Di conseguenza, in casa parigina, restano dubbi su chi sia la guida tecnica per la prossima stagione. Voci, e sondaggio, davano Leo allenatore per un anno, come ha fatto al Milan e stava tentando all’Inter, ma la sentenza di ieri della giustizia sportiva francese ha complicato decisamente i piani degli sceicchi. Infatti, per la spinta all’arbitro in una delle ultime gare della stagione, Leo si becca la bellezza di nove mesi di squalifica…decisamente no, non potrà essere lui l’allenatore.
Si riaprono dunque tutte le piste, dalla conferma di Ancelotti, all’arrivo di Mancini. Proprio lui è l’uomo su cui vige la peggior incertezza di tutti. Chi lo vuole a godersi i soldoni dello sceicco, chi lo vede in barca, chi lo vede pronto a fare il supplente alla prima testa che cade.  Ovviamente, ci sarebbe anche chi lo vuole, ben conscio però che quel ciuffetto li, ora come ora, costa parecchio. E resta in attesa. Come tutti.

Per finire questa carrellata di allenatori, ne cito due. Uno storico e uno che è un novellino.
ferguson-vignetta-4-586x474Lo storico ovviamente non può che essere Sir Alex Ferguson, a cui viene dedicata questa bellissima vignetta a sinistra, dove lo salutano molti tra i grandi campioni che ha allenato, anche se potevano essercene almeno il doppio. 26 anni nella stessa squadra. Utopia per un presidente come Zamparini, che di allenatori ha provato a cambiarne 3 (contando i ritorni siamo a 5) in un anno. Per l’anno prossimo il vulcanico (che termine abusato questo) presidente rosanero ha deciso di affidare la panchina della squadra, appena scesa in serie B, ad un novellino come Rino Gattuso. gattuso_256204a
Non proprio un caratterino facile che non le manda a dire il calabrese, tanto che, possiamo starne certi, alla prima scazzata di Zampa, lui sarà già pronto per il suo presidente…DAJE RINO!

.
.
Resto ancora, tuttavia, in debito di risposte. Ma le avrete al più presto..mal che vada, entro la fine dell’estate!