SALA D’ATTESA – TEMPO DI INVESTIMENTI

No, non vi parlerò dell’associazione per il commercio equo solidale, tranquilli.
Oggi vedremo quali altri mercati potrebbe fare il Milan in quest’estate…

Si, perché di parlare del fatto che stiamo facendo i morti di fame tali da non poter acquistare nemmeno un Poli qualsiasi dalla Sampdoria, prendendone metà e dovendo cedere un ragazzino in cambio. O nemmeno un Honda giapponese ma aspettando gennaio che arriva gratis, o un Ljajić, per cui aspetteremo come Montolivo giugno dell’anno dopo…e il tutto pare correlarsi all’incapacità di vendere elementi di una rosa “che non ha niente da invidiare al Barcellona” (cit. da un pensiero simile del Cav,PresOr, Pzz.d.Mrd, On. SB), tipo mrgolmangiato Robinho o Tatuaggiesessoviolento Boateng. Basta dai con sta roba, tanto per un mese e mezzo si andrà avanti così..

Oggi vediamo invece il Milan impegnato su più fronti: uno è la consueta rizollatura di San Siro, che testeremo nei preliminari champions e che permetterà ai nostri cavalli di razza di dare il meglio di sé, esprimendo un bel giuoco e asfaltando i malcapitati seghini che ci capiteranno sotto tiro. Il nuovo campo con erba mista, vera e sintetica, pare essere stato, comunque, decisamente migliore in termini di prestazioni rispetto al solito. Anche come costi, questa mi pare sia la prima da agosto 2012, quindi stiamo in un rapporto di 1 a 5 rispetto all’erba vera. Qualcosa che comincia a funzionare quindi c’è nel nostro stadio?

E, a proposito di cavalli di razza (avete apprezzato il collegamento o siete degli stonzi?), pare che Milan e Inter assieme (ma ora vedremo cosa faranno i cugini con sto Thohir di mezzo) vogliano comprare l’area del trotto di Milano: questo permetterebbe investimenti pesanti per uno stadio modello inglese, con spazi commerciali enormi intorno e una vita che dura più di 90 minuti la settimana.
Molto interessante, resta da vedere se il tirchio comune di Milano cederà i diritti, ma anche quanto sia fattibile sfrattare tutti gli equini e il mondo (ovviamente economico, mica per altro) che gli gira intorno..Con la crisi che sta attraversando quel settore sarebbe solo oro colato per loro, IMHO, ma tant’è, non sono né un appassionato né un esperto del ramo, quindi non posso dare giudizi più di tanto ponderati.
Inoltre, la cosa sarebbe molto comoda per i tifosi, che già devono passare per prati con sentieri “artificiali” (chi ha fatto il tragitto Lampugnano – San Siro sa a cosa mi riferisco), ma quantomeno eviterebbero, se ho capito bene l’area, di dover fare il giro dell’oca per arrivare allo stadio. Se non è quella l’area vabbé, adesso che fanno la Linea M5, magari fa comodo lo stesso :)