Dopo la sconfitta casalinga contro l’Empoli, per la trasferta di Crotone il mister Vincenzo Montella mescola di nuovo e almeno in parte le carte del centrocampo, e stavolta si spera che gli effetti non siano quelli visti la scorsa giornata (tra l’altro, il vizietto del turnover continuo a centrocampo Montella ce l’aveva pure a Firenze). Si tratta, a onor del vero, più che di una scelta precisa, di una necessità dettata dalla squalifica di Sosa; fatto sta che il giovane Locatelli dovrebbe tornare a (tentare di) dirigere l’orchestra in mezzo al campo.

E’ fuori anche De Sciglio, altro giocatore rossonero colpito da squalifica, e forse sarebbe un bene che resti fuori fino a fine campionato: non c’è bisogno di lui salvo epidemie di peste, le sue prestazioni negli anni sono andate sempre peggiorando, non sembra che ci metta il massimo impegno, lo abbiamo visto fare di meglio in nazionale e, onestamente, se proprio vuole andare a Torino, beh, quella è la porta.

In avanti dovrebbe tornare Carlos Bacca, scelta che mi lascia perplesso, ma fino a un certo punto: Lapadula viene da un gol contro l’Empoli, è vero, ma non mi sembra che ci faccia migliorare più di tanto rispetto al colombiano. Vediamo quello che viene.

Gli avversari – Il Crotone è la tipica squadra che è in Serie A solo perché la Serie A è a 20 squadre. Occhio, però, perché viene da un periodo positivo (un po’ inaspettatamente, ma c’è da dire che tra quelle là sotto è l’unica che ha tentato di preservare almeno un minimo di parvenza di decenza sportiva e agonistica), con dieci punti nelle ultime quattro partite, e ha la possibilità, difficile ma non impossibile, di tentare di raggiungere l’Empoli, se non addirittura il Genoa, che è in caduta libera. L’uomo da tenere d’occhio è chiaramente l’attaccante Diego Falcinelli.

Le altre – Ieri l’Atalanta non ha perso contro la Juventus, com’era ovvio. Oggi RomaLazioInterNapoli sono partite che sperabilmente ci agevoleranno nella corsa all’Europa League. Abbiamo già buttato via cinque punti tra Pescara e la partita casalinga con l’Empoli, perciò direi che di regali possiamo anche finire di farne.

Da seguireRomaLazio. Vince la Lazio.

Da evitareCagliariPescara.

IL PROGRAMMA DELLA 34a GIORNATA

Venerdì 28 aprile 2017
– ore 20:45: Atalanta-Juventus 2-2

Sabato 29 aprile 2017
– ore 20:45: Torino-Sampdoria

Domenica 30 aprile 2017
– ore 12:30: Roma-Lazio
– ore 15:00: Bologna-Udinese
– ore 15:00: Cagliari-Pescara
– ore 15:00: Crotone-Milan
– ore 15:00: Empoli-Sassuolo
– ore 15:00: Genoa-Chievo
– ore 15:00: Empoli-Fiorentina

– ore 20:45: Inter-Napoli