Eccoci qua. Quanti sono, secondo voi, i tifosi del Milan che si approcciano alla partita di domani sera con un relativo ottimismo? Molto pochi, a mio avviso. D’altra parte, quali sono i motivi per pensare di poterla spuntare contro la Juventus?

Sì, è vero, la Juve potrebbe non avere Ronaldo e De Ligt a disposizione, ma, a parte questo, non vedo quale elemento positivo si possa trovare, cosa potrebbe spostare gli equilibri se non un suicidio bianconero. Forse è proprio per questo che Stefano Pioli potrebbe (ma non è detto) rivoluzionare l’assetto della squadra: fuori Kessié per scelta tecnica, pare che il tecnico rossonero stia valutando un 3-4-3 dove a coprire il gioco sulle fasce sarebbero Conti (che in fondo giocava in quella posizione quando era all’Atalanta) ed Hernandez, che è un terzino che, effettivamente, spinge molto. Resta, comunque, viva l’ipotesi di un modulo più tradizionale con un centrocampo occupato da Krunic, Bennacer e Paquetà, nessuno dei quali era un giocatore del Milan fino a poco più di dieci mesi fa.

Insomma, le unici ragioni per avere una qualche aspettativa risiedono nell’esistenza di frasi fatte come “la palla è tonda”. Speriamo bene.

IL PROGRAMMA DELLA 12a GIORNATA

Venerdì 8 novembre 2019
ore 20:45 – Sassuolo-Bologna 3-1 

Sabato 9 novembre 2019
ore 15:00 – Brescia-Torino 0-4
ore 18:00 – Inter-Verona 2-1
ore 20:45 – Napoli-Genoa

Domenica 10 novembre 2019
ore 12:30 – Cagliari-Fiorentina
ore 15:00 – Lazio-Lecce
ore 15:00 – Sampdoria-Atalanta
ore 15:00 – Udinese-SPAL
ore 18:00 – Parma-Roma
ore 20:45 – Juventus-Milan