29 3 minuti 3 mesi

Milano, sabato 25 novembre 2023 – ore 20,45 – Stadio San Siro

Bilancio Serie A (in “casa del Milan”):

Giocate: 83

Vittorie Milan: 50

Pareggi: 20

Vittorie Fiorentina: 13

Gol Milan: 150

Gol Fiorentina: 73

Torna la serie A dopo 15 giorni per la pausa nazionale, di cui non ho visto nessuna delle partite nelle quali è stata impegnata e di cui mi sono vergognato per il rigore sacrosanto non concesso all’Ucraina.

Sempre più disinnamorato degli azzurri e il rigore è stata la goccia definitiva.

Altro disinnamoramento in atto per questo Milan targato Pioli che ultimamente ha perso 10 punti in 4 partite rispetto all’Inter abbandonando di fatto (o quasi) la lotta per il tricolore. Inoltre ha Leao ed il suo vice Okafor infortunati e lo saranno anche mercoledì, Giroud squalificato per due giornate. Insomma sembriamo la vittima sacrificale di questa Fiorentina che quando è in giornata gioca un bel calcio e anche del Borussia mercoledì.

Sinceramente non mi aspetto nulla, magari il trio Chuku-Jovic-Pulisic farà faville, il calcio è strano. Avevo deciso dopo Lecce di non vederla, ma alla fine ci ho ripensato e sarò naturalmente, almeno all’inizio, trepidante e speranzoso come sempre!

Lo scorso anno si giocò il 13 novembre ed era l’ultima giornata prima della lunga pausa “Mondiale”. Partimmo alla grandissima con un gol di Leao già al 2°. Ma poi la Viola iniziò a tessere la sua tela e a metterci in difficoltà raggiungendo il pari con il “solito” Barak al 28°.

Solo una autorete nei minuti di recupero della ripresa, ci permise di portare a casa i 3 punti che non meritavamo affatto. Ma quando si vince, va bene tutto!

La giornata si apre sabato con Salernitana-Lazio, tifo granata per Pippo ovviamente, poi un interessante Atalanta-Napoli con il “piangina” per eccellenza che torna ad allenare il Napoli giusto dopo 10 anni e mezzo. Per finire la domenica sera con Juve-Inter. Naturalmente tiferò fortemente bianconero, ma non hanno praticamente centrocampo e se per disgrazia dovessero vincere i nerazzurri, sarà secondo il mio parere, la fuga decisiva verso il 20° scudetto.

29 commenti su “Presentazione Milan-Fiorentina – tredicesima giornata Serie A 2023-2024

  1. La nazionale a me è piaciuta, ha meritato più dell’Ucraina per il gioco espresso. Spalletti è bravo e si vede; non è che abbia sottomano dei fenomeni, onestamente. Però se un rigore c’è si deve dare a prescindere dal gioco espresso, e quel rigore era solare.

    Per quanto riguarda il Milan, anche io ho perso un po’ di entusiasmo, più che altro per la catena di infortuni che ci stanno rovinando la stagione. Sul gioco mi sono già più volte espresso, ma non è questo l’aspetto che mi ha scoraggiato di più: a pieno organico o quasi si sarebbe anche potuto sopperire a tutto il resto, così diventa tutto più complicato.

    Capitolo Camarda. Il fatto che potrei essere suo nonno non mi esalta granché, a dirla tutta. Scherzi a parte: sono favorevole a fare esordire i ragazzi di talento della primavera in prima squadra, ma non bisogna esagerare. Il bimbo è precoce, ha già bruciato numerose tappe, ma il salto in serie A non è una passeggiata. Non carichiamolo di responsabilità: è stato convocato per via delle lacune in rosa e dell’emergenza infortuni, non perché lo si ritiene pronto. Sarà bene tenerlo a mente.

  2. Chissà si sblocca Jovic contro la sua ex squadra… ma meglio non farsi troppi film, stasera per segnare un gol dovremmo affidarci a qualche sculata o invenzione di Pulisic, i tiri da fuori area naturalmente neanche a pensarlo, sono banditi

  3. Su Instagram mi pare averlo visto, Abate ha parlato molto bene di Camarda ma che bisogna essere molto ma molto cauti. In serie A ci sono difensori che con un soffio ti fanno volare.
    Oggi poi a differenza di 30 anni fa, con l’era dei social non ci vuole nulla ad esaltare e poi svilire un giocatore.
    A me farebbe molto piacere che giocasse e facesse una buona partita.
    Oltre ai citati, mi pare da Marcovan, Paloschi, Petagna, aggiungo io Aliyu (che forse pochi sanno chi è, non ha mai giocato in prima squadra ma si diceva di lui un gran bene e vinto un Viareggio nel 1999), ci sono stati anche Maldini fatto esordire da Liddas e più recentemente Donnarumma da Sinisa. Andando ancora più indietro lo stesso Rivera aveva poco meno di 17 anni mi pare. Per cui se uno vale, può esordire benissimo in tenera età, sta poi a lui e a chi gli sta attorno farlo crescere con la testa sulle spalle.
    Marcovan, io ho un nipote di 8 anni e mezzo, per cui potrei benissimo essere il nonno anche di Camarda. Nato nel 2008 cavoli, l’altro ieri. Nel 2008 feci una splendida gita in Germania e mi sembra davvero passato pochissimo tempo.

  4. Non ce la fa manco Okafor.
    Ora posso scrivere finalmente la formazione dell’AC Scassati, ne ho per tutti i ruoli. Modulo 3-4-3. Sportiello. Caldara, Kjaer, Pellegrino. Kalulu, Loftus-Cheek, Bennacer, Calabria. Pulisic, Okafor, Leao. Allenatore: IL COACH.

  5. Camarda spero non entri troppo nelle rotazioni, con questo COACH, altrimenti diventa uno da 2 gol ogni 25 partite e a 17 anni viene spedito in prestito al Varese per poi essere ceduto al Lugano in cambio di 1.2 Milioni e 500 metri quadri nella periferia di Mendrisio, da incrementare per costruire il nuovo stadio, che sarà il Ferragni Fedez Stadium, tutto del Milan.

  6. Oggi sento puzza del solito spiazzante deprimente Milan-Fiorentina 1-3, che capita sempre nei periodi di transizione. Immagino un punteggio sullo 0-3 entro il 65esimo, i fischi di tutto lo stadio, gli applausi a Bonaventura al momento della sostituzione (con Jack che esce con gli occhi lucidi), il gol dell’ 1-3 su rigore discutibile e il post partita con i “#PioliOut” a pioggia.

  7. Negli ultimi 25 anni in casa il Milan ha vinto 12 volte, pareggiato 5, perso 8. Il’1-3 che tira in ballo Nico si è ripetuto tre volte e, caso strano, le 12 vittorie sono venute da quattro terzine ripetute 4 volte. Adesso veniamo appunto da una di queste terzine, per cui…
    Non conta nulla, è solo un’esercizio di statistica. Però è certo che i Viola ci hanno fatto soffrire sempre parecchio e questa sera non siamo nella condizione migliore (eufemismo).
    Continuo a pensare che Camarda si deve cercare di non farlo entrare (come fece il barone alla prima convocazione con Maldini). Però certe sensibilità oggi non esistono più.

    Anche Baresi esordì a 17 anni.

    1
  8. Non avevo fatto tutto quell’impeccabile studio statistico che hai fatto tu, Justice, ma con la pura profezia del mio essere un Sommo, ci sono arrivato ugualmente. Quattro terzine di vittorie, tre sconfitte 1-3…manca la quarta. Ora ho anche il tuo appoggio statistico, al mio profetismo eccelso. Comunque i #PioliOut saranno inutili, questo ce lo teniamo fino alla Seconda Stella INTERISTA matematica, poi sarà esonerato durante i festeggiamenti, giusto in tempo per sentirgli dire che da ragazzino tifava Inter e sognava il giorno della Seconda Stella. L’umiliazione stracittadina sarà TOTALE, ed eterna.

  9. Si mette male anche in Davis. D’altronde le quote lo prevedevano.

    Io spero martedì sera di avere ancora Pioli on-fire, perchè corrono voci. Lo so che dite che le voci non bisogna ascoltarle, ma a volte nascondono verità.

  10. Ho capito a quali voci ti riferisci, Zio Justice. Frottole, secondo me. Frottole messe in giro da blogghettisti, facebokkettisti e twitteristi a libro paga, per addolcire la triste vita sportiva (e quotidiana) di molti milanisti.

  11. Eppure sono convinto che Camarda, in Prima Squadra, con qualche altro innesto dalla Primavera e con ABATE Allenatore della Prima Squadra, diventerebbe entro qualche settimana un Bobo Vieri versione Atletico Madrid. Ma per l’attuale proprietà sarebbe un male. Non quanto il Diciannovesimo Scudo, che per questa proprietà è stato IL male. Ma comunque un male.

  12. Si mette male anche in Davis. D’altronde le quote lo prevedevano

    Se Musetti non avesse perso contro un giocatore di classifica inferiore, le quote avrebbero previsto male. Sinner ha appena battuto Djokovic in un match incredibile (tre match point annullati da Jannik).

    1
  13. La voce, perchè ha parlato a Radio 24, è quella di Franco Ordine che, per la verità, non è un giornalaio qualunque di infima tacca.
    Probabilmente è solo il suo pensiero, ma in effetti se perdi questa sera e martedì la Fiorentina ti aggancia, Napoli e Atalanta stiamo a vedere, ma o una ti supera o se pareggiano il Napoli ti aggancia e i bergamaschi vengono a un punto e anche la Rometta ti verrebbe in zona sorpasso. Quindi: fuori dalla CL, molto complicato il quarto posto in campionato, la stagione è già tutta compromessa. Quattro anni fa scegliemmo questa soluzione, oggi?

    Intanto Sinner ci tiene a galla. Djokovic ha un sacco di responsabilità nell’incontro perso (primo set era una controfigura, nel terzo a buttato al vento cinque palle break di cui tre erano match point), ma Jannik è un gran bel giocatore. Non conosco la forza del doppio però abbiamo battuto gli olandesi che erano una gatta da pelare.

  14. Franco Ordine è un giornalaio prezzolato.
    Chi ancora nutrisse dubbi al riguardo dovrebbe andare a recuperare qualche articolo di circa 10 anni fa, quando fu lui a avviarela campagna denigratoria verso Seedorf (allora allenatore) reo di aver chiesto uova strapazzate a mezzanotte alla vigilia di Atletico Milan. Quell’articolo diede inizio allo stillicidio contro Seedorf che, nonostante fece 42 punti nel girone di ritorno, fu esonerato per peccato di lesa maestà (si era permesso di criticare la rosa messa in piedi da Silvio e Adriano).
    Al suo posto venne Pippo Inzaghi, con tanto entusiamo e una stagione tra le più brutte che abbia mai visto dacchè sono nato (e ahimè ho visto anche le stagioni con la staffetta Tabarez\Sacchi.
    Pertanto, qualunque dichiarazione esca dalla bocca o dalla penna di Franco Ordine per me equivale a meno di 0.
    Se poi fa già i conti in classifica per il quarto posto quando ancora non è finito il girone di ritorno, mi faccio una risata.
    L’unica osservazione che mi sento di fare è questa: visto il personaggio (lapalissianamente prezzolato), se inizia a fare processi a Pioli, allora forse qualche velina dalla società è arrivata, il che significa che il #pioliout non è più forse solo un desiderata dei tifosi, ma anche un pensiero della società.
    MIO PARERE: cacciare ora Pioli per prendere un traghettatore sarebbe la classica toppa peggio del buco. Spero ardententemente che si possa continuare con lui ed acciuffare il quarto posto a maggio, per poi costruire qualcosa di serio e nuovo dalla prossima estate.

  15. Intanto Sinner ha battuto Diokovic e Superpippo la Lazio.
    La Salernitana ancora ultima, ma per ora ha agganciato l’Hellas.
    Io ero per la cacciata di Pioli da dopo il derby, ma ho capito che i nostri dirigenti non lo faranno mai e non cacceranno neanche nessuno dello staff tecnico anche a costo di far giocare tutti della primavera.
    Sono ormai rassegnato ad un campionato molto mediocre.

  16. visto il personaggio (lapalissianamente prezzolato), se inizia a fare processi a Pioli, allora forse qualche velina dalla società è arrivata, il che significa che il #pioliout non è più forse solo un desiderata dei tifosi, ma anche un pensiero della società.
    Ecco, sei arrivato a quello che intendevo io. Poi penso anch’io che un traghettatore non serva a niente, però è anche vero che a questo stillicidio di infortuni muscolari va messo un freno.

  17. Un traghettatore “qualsiasi” servirebbe a poco, forse solo ad agganciare il quarto posto (perché ormai il Coach è abbastanza perculato dagli stessi calciatori, che non hanno più fiducia nelle sue ambizioni e quindi manco nelle ambizioni di squadra). Un traghettatore che conosca già quello della Primavera, però, considerando che finiremo la stagione con almeno 5 Primavera promossi e n Prima Squadra (Bartesaghi, Camarda, tra poco arriveranno gli altri tre), creerebbe una base importante, anche arrivando quarto. L’ ideale sarebbe un Grande Allenatore, uno di livello internazionale, ma non verrà mai, e non per i soldi: sono i “Sing a Song” (i veri proprietari, tutt’oggi), che NON VOGLIONO un allenatore ambizioso, manco gratis. Abate sarebbe una salvezza, parziale. Ma comunque una salvezza. Magari poi crescerebbe “in casa”, diventando internazionale (poi purtroppo lo manderemmo via). Ma almeno ci divertiamo per un po’.

  18. Concordo con Lapinsu. Quello lì, per 4 soldi, oggi scriverebbe “tutto” e domani scriverebbe il contrario di “tutto”. Ma non è l’ unico. Non sottovalutiamo “certe presenze”, da qualche anno molto gradite al sistema mediatico stellestrisce stanziante in Italia (musica, moda, talk show, politica sui social, ecc), ora spesso presenti a San Siro a tifare Milan. E non mi riferisco a due della vecchia guardia. Sono due abbastanza giovani, uno tutto tatuato e una apparecchiata tipo “Barbie plurilaureata”. Certe scelte di “personaggi d’immagine” non sono casuali.

  19. Scandalosa la mancata espulsione sul calcio di rigore. Thiaw fu espulso per molto meno.

    1
  20. Bisogna vincerla a qualunque costo. Da segnalare grande giocata di Jovic

  21. Intanto nuovo tentativo di record del Milan targato COACH: era dagli anni ’30 che non accadeva di NON SEGNARE SU AZIONE per 3 partite in casa consecutive, in Campionato. Provo solo a immaginare un abbonato a San Siro, che va a vedere il Milan e per 3 partite consecutive non vede la sua squadra segnare su azione…

  22. Jovic ci ha costretto a soffrire fino al 98′ maledetto

    La sponda che fa sull’azione del rigore mi aveva illuso, non si può sbagliare un gol così. Quello che fa incazzare è vederlo dopo che ha sbagliato un gol così come se non fosse successo nulla, non se ne fotte proprio… un pacco doc. Comunque, oggi era importante vincere, vittoria ottenuta con sacrificio da provinciale, in senso buono. Mettiamo le quinte a meno sei, e adesso speriamo per martedì

  23. Siamo una delle poche tra le prime sei/otto che a gennaio ha bisogno assoluto di rinforzi. Facendo un confronto con le altre, l’inda è coperta in tutti i ruoli, i gobbi solo un po’ scarsi a centrocampo, il Napoli dovrebbe prendere un altro centrale difensivo. Noi abbiamo bisogno almeno di una valida alternativa a Giroud, se non di un centravanti titolare, di un vice terzino sinistro e di un centrale di difesa, conoscendo i nostri polli, Kalulu lo rivediamo la prossima stagione. Avendo oramai capito qual è la priorità della società, ossia l’attivo in bilancio, scommetto che a gennaio vedremo arrivare solo un difensore centrale, per di più in prestito

  24. I rinforzi servono, ma fino a un certo punto. In questo momento vedo debole solo il reparto dei difensori centrali (dove attualmente Tomori è l’ unico di livello internazionale): Kalulu è fuori probabilmente fino all’ estate 2024, e non dimentichiamoci che nell’ultima stagione è stato molto deludente, come difensore centrale. Kjaer ormai è fisicamente inadatto a giocare più di 180 minuti in un mese. Caldara è più un ex-giocatore che un ex-promessa. Pellegrino ha avuto la sfiga di essere lanciato nel periodo tattico peggiore, facendo brutta figura (non so se riprenderà fiducia) e infortunandosi anche. Resta Thiaw, che comunque non è ancora una conferma. Per il resto, con 30-35 giocatori, la rosa è completa. Sarebbe il caso di cominciare a vedere un gioco, che da più di un anno non esiste. Viene il dubbio che a gestire IL GIOCO fosse Ibrahimovic, anche dalla panchina. L’assenza di gioco è inspiegabile, per una squadra che 18 mesi fa o meno era Campione d’Italia e che non ha cambiato guida tecnica nel frattempo.

  25. Oltretutto, segnare 0 gol su azione davanti al proprio pubblico in 3 partite consecutive di campionato, è da non sottovalutare: gli avversari (Juventus, e va bene, ma anche Udinese e Fiorentina, insomma…) non hanno più alcun problema a frenare le iniziative personali e gli assalti “di fisico” del Milan, quando è chiamato a guidare il gioco (gioco che non c’è). Ieri si è segnato SU RIGORE, ma siamo sicuri che se Parisi non avesse sgambettato Theo, lì Theo avrebbe segnato? Per me la buttava addosso a Terracciano, oppure la metteva “di fino” sul fondo, vicino al palo, cercando il tocco da biliardo. Nel fare gol, soprattutto IN CASA, il Milan attuale è da Serie C.

I commenti sono chiusi.