Agganciata finalmente in solitudine la zona Europa League, grazie non solo alla nostra vittoria contro la Roma, ma anche ai passi falsi delle immediate inseguitrici (Verona e Parma) negli ultimi minuti delle loro partite, oggi è il caso di consolidare la posizione contro la SPAL ultima in classifica, visti anche il contemporaneo scontro diretto tra i veneti e gli emiliani citati sopra e il calendario oggettivamente complicato che aspetta i rossoneri nelle tre giornate successive (trasferta a Roma contro la Lazio, Juventus in casa, infine viaggio in casa di un Napoli che viene da cinque vittorie consecutive e sette successi nelle ultime otto partite).

La formazione che si presenterà a Ferrara potrebbe essere un po’ diversa da quella vista l’ultima volta a San Siro: Calabria e Paquetà potrebbero prendere il posto, rispettivamente, di Conti e Bonaventura, mentre in panchina dovrebbe probabilmente tornare Zlatan Ibrahimovic (sempre sia lodato), di nuovo disponibile. Quest’ultima è un’ottima notizia poiché, pur con 38 primavere alle spalle, lo svedese ha mostrato di saper ancora impensierire le difese della Serie A. Allo stesso tempo, dalla ripresa del campionato il Milan è sembrato essere capace di risolvere le partite anche senza la presenza del campione di Malmö – ottima notizia per una rosa mediamente giovane e che, come già sappiamo, andrà incontro a ulteriori cambiamenti durante il prossimo calciomercato.

Alla terza stagione dal ritorno in A, la SPAL (che abbiamo già sconfitto due volte in questa stagione, tra campionato e coppa) non si sta mostrando all’altezza della categoria, trovandosi all’ultimo posto dopo aver accumulato ben 20 sconfitte. Questo non deve distrarre il Milan però, visto che buona parte dei pochi punti dei ferraresi è venuta contro squadre decisamente più forti come la Lazio (vittoria in casa alla terza giornata), l’Atalanta (successo a Bergamo a gennaio), Napoli (pareggio casalingo, quando i campani erano ancora allenati da Carlo Ancelotti) e Parma (sei punti su sei). Insomma, 13 dei 18 punti della SPAL sono venuti contro squadre in lotta per lo scudetto, per la Champions League o almeno per un posto in Europa League. Da tenere d’occhio è soprattutto l’ex rossonero Andrea Petagna, autore finora di dodici reti in campionato (tra cui cinque rigori).

IL PROGRAMMA DELLA 29a GIORNATA

Martedì 30 giugno 2020
ore 19:30 – Torino-Lazio 1-2
ore 21:45 – Genoa-Juventus 1-3

Mercoledì 1° luglio 2020
ore 19:30 – Bologna-Cagliari
ore 19:30 – Inter-Brescia
ore 21:45 – Fiorentina-Sassuolo
ore 21:45 – Lecce-Sampdoria
ore 21:45 – SPAL-Milan
ore 21:45 – Verona-Parma

Giovedì 2 luglio 2020
ore 19:30 – Atalanta-Napoli
ore 21:45 – Roma-Udinese

Nota per il nostro Stelle & Bidoni: per SPAL-Milan i bidoni varranno doppio.