Avevo iniziato a scrivere questo post ieri mattina presto e le poche righe che avevo messo giù parlavano di ottimismo, di recupero di infortunati, del fatto che finalmente si sarebbe messo in campo l’undici titolare o quasi. Invece, nel resto della giornata, è arrivata la bronchite (di Bennacer), è rimasto il polpaccio (di Tonali). non si è fatta vedere la condizione fisica (di Calhanoglu). Insomma, quella che andrà in scena questo pomeriggio a San Siro sarà, ancora una volta, una squadra rimaneggiata. Va anche detto, tuttavia, che vedere titolare Leao (stagione finora tutto sommato positiva per lui) non deve essere una sorpresa, e già la scorsa giornata abbiamo potuto vedere in campo dall’inizio il neoacquisto Tomori. Potrebbe ispirare minore fiducia Meité a centrocampo, almeno a parere di chi scrive. Fatto sta che hanno vinto Inter (che ora ci è davanti) e Juventus, cioè le due candidate alle scudetto, mentre tra le altre squadre in lotta per un posto in Champions League, tutte hanno mancato i tre punti tranne la Lazio, la quale deve ancora giocare.

Viene inoltre a farci visita l’ultima in classifica, e pur sapendo che la palla è tonda e che non bisogna certo sottovalutare il nostro avversario, un risultato diverso dalla vittoria risulterebbe deludente.

IL PROGRAMMA DELLA 21a GIORNATA

Venerdì 5 febbraio 2021
ore 20:45 – Fiorentina-Inter 0-2


Sabato 6 febbraio 2021
ore 15:00 – Atalanta-Torino 3-3
ore 15:00 – Sassuolo-Spezia 1-2

ore 18:00 – Juventus-Roma 2-0
ore 20:45 – Genoa-Napoli 2-1

Domenica 7 febbraio 2021
ore 12:30 – Benevento-Sampdoria
ore 15:00 – Milan-Crotone
ore 15:00 – Udinese-Verona

ore 18:00 – Parma-Bologna
ore 20:45 – Lazio-Cagliari