La vittoria dell’Olimpico di pochi giorni fa sembra aver restituito alla squadra di mister Pioli una certa fiducia nei propri mezzi. Pur essendo tornato a salire il numero di infortunati (cinque gli indisponibili per la gara di stasera contro l’Udinese, tra cui i titolari Bennacer, Calhanoglu e Ibrahimovic) la capacità con cui il Milan ha saputo imporsi in uno scontro diretto per la zona Champions League ha messo un argine a quella serie di insicurezze che rischiava di venire a galla dopo i primi due deludenti mesi di questo anno. Insomma, abbiamo la mentalità e i mezzi a sufficienza per conquistare i tre punti a San Siro stasera contro l’Udinese, squadra che è in discreta forma (6 risultati utili nelle ultime 7 partite in Serie A) ma che è comunque decisamente alla nostra portata. Restano, comunque, alcuni dubbi sull’undici titolare. C’è da capire, ad esempio, se capitan Romagnoli riconquisterà il proprio posto da titolare o se Tomori sarà confermato (la mia personale preferenza è per l’anglo-canadese), inoltre dei problemi fisici per Calabria potrebbero lasciare a Kalulu la possibilità di ripresentarsi in campo. Per quel che riguarda l’attacco, Leao e Diaz dovrebbero occupare rispettivamente la posizione di punta centrale e trequartista.

La forza dei nostri avversari bianconeri non è, almeno solitamente, certo nell’attacco: è la quinta squadra meno prolifica della Serie A ed è assolutamente priva di un bomber degno di questo nome, essendo il miglior marcatore stagionale con 5 reti (di cui 2 rigori) l’argentino Rodrigo De Paul, il quale però guida la classifica relativa ai cosiddetti “passaggi chiave” compilata dalla Lega. Mi aspetto, quindi, una squadra guardinga a cui non sarà facile fare gol (rimanendo sempre alle statistiche, quella friuliana è l’ottava miglior difesa del torneo). Teniamo presente che l’Udinese ha già saputo fare punti contro Inter, Atalanta e Lazio in questo campionato e che molti dei suoi risultati utili sono venuti nella ripresa. Sono tutti indicatori di una squadra tosta alla quale far vedere che siamo davvero tornati ad avere un ruolo da protagonisti in questa stagione.

IL PROGRAMMA DELLA 25a GIORNATA

Martedì 2 marzo 2021
ore 18:30 – Lazio-Torino non disputata
ore 20:45 – Juventus-Spezia 3-0

Mercoledì 3 marzo 2021
ore 18:30 – Sassuolo-Napoli
ore 20:45 – Atalanta-Crotone

ore 20:45 – Benevento-Verona
ore 20:45 – Cagliari-Bologna
ore 20:45 – Fiorentina-Roma
ore 20:45 – Genoa-Sampdoria
ore 20:45 – Milan-Udinese

Giovedì 4 marzo 2021
ore 20:45 – Parma-Inter