42 3 minuti 1 mese

Derby di nessuna importanza per le sorti dello scudetto, ma di enorme valore psicologico per i tifosi e per la storia dei due club. Non è stato neppure un brutto derby a dirla tutta, anche se negli ultimissimi minuti è stato un po’ rovinato da qualche accenno di rissa, che ha portato alle giuste espulsioni di Dumfries, Theo e Calabria. A ogni modo un poco di nervosismo è comprensibile: qualche antica ruggine e i festeggiamenti neroazzurri incombenti hanno inevitabilmente scaldato gli animi, specie quelli rossoneri.

La gara è andata come erano andati gli ultimi cinque derby e come sono andate le partite importanti affrontate quest’anno dal Milan, ossia con noi sotto dopo i primi venti minuti e partita in salita da subito. Il primo tempo ci ha visti soccombere sul solito calcio d’angolo, con un’Inter che ha dato quasi sempre l’impressione di poter colpire a ogni affondo e un Milan invece impacciato nella costruzione di azioni pericolose. Lautaro e Mkhitaryan hanno fallito clamorosamente il raddoppio, mentre Calabria si è visto parare da una prodezza di Sommer l’unica vera occasione creata a fatica dal Milan. Nel secondo tempo l’Inter è riuscita ottenere il raddoppio in apertura, fedelmente anche in questo caso a un copione che la nostra squadra ama sovente recitare. Il Milan ha poi concluso la partita dignitosamente, se non altro, accorciando le distanze, chiudendo nella sua area l’avversario (anche per scelta di quest’ultimo) e creando qualche situazione pericolosa, anche per merito dei nuovi entrati.

L’Inter si è dimostrata ancora una volta più forte mentalmente e tatticamente. Noi siamo un gruppo di bravi giocatori, in alcuni casi anche ottimi, che magari vanno pure d’accordo fra loro in allenamento e nello spogliatoio, ma che non giocano come una squadra. Il talento medio dei neroazzurri è probabilmente pari al nostro, ma loro sono una squadra. La differenza credo stia tutta lì.

Di questa amara serata non bisogna fare un dramma. Occorre imparare soprattutto la lezione, sperando che la rabbia e la delusione provata rimangano bene impresse nella mente dei giocatori che continueranno a vestire il rossonero nella prossima stagione. Spero che non passi loro inosservata l’immagine catturata dalla telecamera del bimbo rossonero in lacrime sugli spalti di San Siro.

La formazione iniziale non l’ho capita, ma di Stefano Pioli avrò modo di scrivere più avanti, quando tirerò le somme di tutto. Nelle prossime settimane l’argomento allenatore la farà da padrone, e devo dire che una certa nausea mi sta già salendo, pur essendo solo l’inizio. Chiudiamola qui, per il momento.

 Forza Milan sempre, ora più che mai.

42 commenti su “MILAN-INTER 1-2

  1. Non so se è l’età, ma questa volta faccio molta fatica a farmela passare.
    Comunque hai ragione tu: non bisogna farne un dramma. Bisogna solo trarre le giuste conclusioni.
    La formazione iniziale pure io non l’ho capita per niente.
    Magari con una punta di ruolo, lo scampato squalificato Acerbi (e facente parte dell’AIC) non sarebbe stato solo in area.
    Magari Chukwueze, invece di Musah a fare l’ala, poteva dare di più o anche solo lasciare Pulisic nel suo ruolo.
    Ormai che tutto si è compiuto fatico a fare questi ragionamenti.
    Le prossime settimane saranno da rottura di palle enormi, considerando che 3 difensori titolari saranno fuori con i gobbi.
    Torno a farmi le medicazioni…

  2. “Ad da passa a nottaaa” ima spero che i fatti mi smentiscano ma io con questa proprietà non vedo un bel futuro… sentito ieri sera Furlani… mi vien da ridere anzi da piangere… quando penso noi Furlani/ Scaroni lo Marotta…. Certo giustissimo cambiare Pioli ma sopra ci teniamo sti due che ci raccontano le barzellette e ci parlano dello stadio…
    L’ora, è vero hanno un presidente che si vede solo in video conferenze, ma qui hanno uno che in pratica decide lui autonomamente e fa tutto lui … Noin a caso vincono lo scudetto ma hanno già preso a parametro zero Taremi e Zelinsky… noi ascoltiamo le dichiarazioni di Furlani…
    Nel merito della formazione di ieri, forse memore dei derby precedenti ha provato con un centrocampista in più per impossessarsi del centrocampo ma viste le caratteristiche tecniche dei giocatori a disposizione è cambiato poco, forse se fatto in precedenza contro altre squadre meno forti si perdeva qualche punto in meno

    1
  3. Ieri possiamo dire che si è conclusa la stagione.
    E ‘ stata una stagione strana con risultati incostanti; a volte grandi partite e a volte prestazioni incomprensibili ma resa molto aspra dalla prestazione dell’inter nonché dai derby persi.
    la sconfitta di ieri mi porta a fare una riflessione. In tre partite ( roma e derby)abbiamo subito dei gol piuttosto simili: calcio d’angolo (2) ripartenza in 1vs 1 (2) e poi – diverso – il primo gol della Roma all’Olimpico. Anche il gol della Roma a San Siro è legato ad una ripartenza 1vs1. Lukaku in fuorigioco, ma la situazione è 1vs1
    Quindi la riflessione verte su questo confronto 1vs1 e ho pensato che il problema del Milan quest’anno e in parte anche lo scorso anno è la difesa.
    E’ una riflessione che stavo maturando e infatti vi avevo già anticipato che il rendimento di Kjaer-Thiaw-Tomori-Gabbia è stato sicuramente molto inferiore a quello che ci si attendeva.
    Quindi ripenso al principio per cui l’attacco fa vendere i biglietti ma la difesa fa vincere le partite.
    E noi siamo un’ottima squadra in attacco, nonostante un centravanti agè, ma siamo una squadra fragile in difesa. Fino a certi livelli la cosa è poco influente ma superato un certo valore si va in stallo: come gli aerei ad una certa velocità. Non è una colpa: è una caratteristica.
    Devo dire che a mio parere – e qui vado controcorrente alla volgata comune – Pioli ha sfruttato al massimo le caratteristiche della squadra. Quando una squadra è debole nelle caratteristiche difensive non bisogna e non si può giocare più prudenti, non serve. Bisogna fare più gol.
    In questa caratteristica di debolezza difensiva, una debolezza di singoli che si manifesta sia nell’ 1vs1 quando si ha a che fare con giocatori come Lukaku o Thuram che nella fase d’impostazione troppo : semplicemente orribile per la scarsa capacità dei singoli di giocare la palla. In questo credo sia evidente la differenza di qualità tra una difesa con Kjaer o Kalulu in forma ( quelli di due stagioni fa ) che sanno portare la palla in verticale, sganciarsi e anche lanciare bene in profondità, in modo particolare come faceva Kjaer.
    Credo che l’errore, anche qui senza dare colpe con il facile senno del poi, sia stato fatto nell’estate 2022 dopo lo scudetto. Si doveva puntare su un difensore centrale come Botman e invece si è ripiegato a carissimo prezzo su una promessa offensiva. Il risultato è che i centrali in forza hanno reso meno delle aspettative o si sono infortunati o non si sono ripresi e contro certe squadre si è pagato dazio; severamente. Quest’anno si forse ripetuto l’errore o comunque si è ripetuta la situazione non del tutto prevedibile di giocatori che non hanno continuato un percorso di crescita, sono riusciti a rientrare in forma e/o che si sono nuovamente infortunati.
    In questo l’Inter non trovo per niente che sia più forte quanto che sia sicuramente una squadra che per atteggiamento e caratteristiche di alcuni giocatori ci mette in croce. E’ però la stessa squadra che ( e quattro su quattro non può essere un caso) appena trova una formazione che sa giocare la palla con calma ( Real Societad e Bologna) va in crisi. Esattamente come noi con loro.
    Adesso per l’anno prossimo serve almeno un centrale veramente forte o puntare su un giovane veramente promettente come Simic in modo di potersi presentare alla linea di partenza con Tomori ( se arrivasse un’offerta cederei) Kalulu ( gli serviranno almeno sei mesi per entrare in forma) Gabbia, Simic. Poi servirà il centravanti. Il terzino dx è difficile da valutare visto che abbiamo in prospettiva Jimenez. Forse un mediano alter ego di Kessiè e devo dire che in questo caso Thuram del Nizza è fortissimo.
    Quindi dobbiamo fare nostra la massima di Mandela: Io non perdo mai. O vinco o imparo.
    Per quanto riguarda i punti malamente buttati via invece ho sentito Marotta ieri parlare dell’importanza del gruppo italiano, del fatto che un gruppo con uno zoccolo duro di italiani tende a non sottovalutare le partite in provincia.
    Può darsi che questo sia mancato in tante partite: troppi nuovi che non sono abituati al campionato italiano fatto di tatticismi esasperati e partite sempre complesse.
    In ogni caso credo che questa sia stata una stagione discreta, se non si manda tutto in vacca nelle prossime partite e se si impara dagli errori. Per essere paradossale credo che abbiamo margini di crescita molto più ampi noi dell’Inter.
    Adesso e alla ripresa forti, determinati e con voglia di riscatto.

  4. negli ultimissimi minuti è stato un po’ rovinato da qualche accenno di rissa
    Dire che hai usato un eufemismo è un eufemismo anche questo. Purtroppo è stata la peggiore cosa che potessimo concedergli: lo schiumare in faccia a loro tutta la nostra frustrazione rabbiosa. Triste, indecoroso, una resa senza dignità.
    Sono sempre più convinto che Pioli e l’ambiente che circonda la squadra abbia pensato di caricarla con esagerate iniezioni di autostima (ripeto, ad esempio la conferenza stampa prima della Roma dove ci si vedeva in campo addirittura con Real e City). Il risultato sono state queste quattro ultime partite dove ci siamo sciolti alle prime difficolta come neve al sole di aprile.
    Una mia impressione, ma la fragilità emotiva di questa squadra mi sembra palese.

    Per essere paradossale credo che abbiamo margini di crescita molto più ampi noi dell’Inter.
    Basta con questa crescita, per favore. Non abbiamo più ragazzini in squadra, ma giocatori maturi che dovrebbero essere nel pieno della loro maturità tecnico-agonistica. Come scrive mabell, loro, prima ancora di stravincere questo campionato, si erano già portati avanti con due acquisti niente male. Mentre noi aspettiamo di crescere loro l’hanno già fatto da un pezzo e non si fermano neppure. Al diavolo (accidenti, ma il diavolo dovremmo essere noi) la società perfettina, i bilanci perfettini e tutti i ca..i possibili!

  5. Jtura, in difesa certamente qualche cosa manca ma abbiamo pagato anche infortuni lunghi per difensori per noi importanti.
    Della tua analisi non condivido il tuo non accennare al centrocampo il che presuppongo che l’attuale ti soddisfi, personalmente no io credo che il nostro centrocampo non sia per niente ben assortito troppo squilibrato con giocatori propensi alla fase offensiva ma nessun vero incontrista, se vediamo anche i due goal presi con la Roma segnati entrambi da giocatori che si inserivano arrivando indisturbati da dietro la difesa, insisto e scusate se mi ripeto, in due anni ci siamo tolti Kessie prima e Tonali dopo entrambi davano equilibrio al nostro centrocampo, si inserivano ma sapendo anche difendere , sostituendoli con giocatori con caratteristiche completamente diverse.
    Altra nota a mio avviso oltre ad incassare goal anche la nostra fase offensiva non mi soddisfa troppo lenta e macchinosa.
    Ritengo comunque che oggi il primo nostro grande problema sia il vertice societario con Scaroni Furlani con le storielle del Moneyball e algoritmi vari non si va da nessuna parte

  6. Bisogna riflettere seriamente sul discorso dei margini di crescita: questo gruppo di giocatori si è preso sei derby in faccia, tra cui uno valevole per lo scudetto, e una doppia umiliazione storica in semifinale di Champions.
    Sono due anni che questo gruppo stecca le partite che contano.
    Siamo andati al massacro pure contro la Roma, ribadisco la Roma.
    Non credo che il gruppo sia “marcio” come ai tempi della Banter Era, ma qui o si interviene di forza o è inutile sperare che ai nostri eroi crescano magicamente gli attributi.
    Tre titolari con la testa di Giroud, uno per reparto, IMHO sono imprescindibili se vogliamo ripartire e lottare per vincere. Ma devono essere dei professionisti con la testa da vincente come lo è (stato) il francese.

  7. Ormai da qualche derby mi siedo in poltrona con la speranza di prenderne il meno possibile.
    Guardo i derby con rassegnazione che prima o poi fanno gol.
    Sul 2-0 di Thuram ho temuto il peggio e speravo di arrivare al 90° con quel risultato.
    Sono stato accusato di essere diventato l’interista degli anni 90, beh purtroppo si, rosico vedere loro vincere anche se non dovrebbero poter giocare in A con tutti quei debiti.
    Sono convinto che se ci scambiassimo i giocatori e si giocasse di nuovo il derby, vincerebbero di nuovo loro.
    Non è possibile che Darmian, Acerbi & C. siano diventati di colpo dei fenomeni! Sono stati BRAVI i dirigenti a “costruire” una squadra. Ognuno sa cosa deve fare e come la deve fare. Noi ci affidiamo al caso senza uno schema preciso e difendendo da cani. Ieri Tomori semplicemente orrendo!
    Ora ci aspetta la Juve ed andiamo là con Gabbia e Tomori unici titolari in difesa. Una sconfitta sabato ci farà rischiare quasi sicuramente di perdere il 2° posto.
    Theo – come spesso gli accade nelle partite che contano non si vede mai (o quasi). Non ha mai segnato in un derby al contrario del suo “collega” Dimarco che scende in campo specialmente nei derby col sangue tra i denti. Poi che bisogna c’era di mettersi a fare a botte con Dumfries solo per il gusto di farsi espellere e non giocare a Torino? Se devono vendere uno tra lui e Leao, meglio vendano Theo!
    Calabria – Frattesi è una merda si sa, ma il “capitano” ha abboccato come un pivello. Anche lui salterà Torino. Bel finalino ci attende…
    Tomori – avrà anche segnato il gol della speranza, ma dietro ha ballato paurosamente fornendo assist agli interisti e facendosi prendere per il culo da Thuram.
    Pioli ormai non sa più che pesci pigliare e come schierare i ragazzi nei derby. Sconfitto 6 volte di fila da Inzaghi 2.0 e due volte da De Rossi che ha detto di aver copiato Simone.
    Doveva essere esonerato nel derby di andata, non lo hanno fatto. Forse non sarebbe cambiato nulla, forse facevamo la fine del Napoli, ma potevamo fare anche come la Roma con De Rossi.
    Ma il problema come scrive anche qualcun altro, non è solo il cambio dell’allenatore. Il problema risiede dentro la società Milan composta da gente incompetente che se non si svegliano ci aspettano ancora anni di delusioni e prese per il culo dagli interisti.

  8. Giustiziere:
    Non ho rivisto ma ho avuto l’impressione che fosse Dumfries a cercare e a iniziare lo scontro. Calabria fa un gesto per liberarsi, Frattesi simulatore imbarazzante

    Mabell: vero Ma credo che con una difesa più solida il resto si regga meglio in piedi. Ho detto che Thuram del Nizza non sarebbe male, però.
    Il fatto è che quando manca un VanDyke è come se mancasse una colonna.

  9. Ora ci aspetta la Juve ed andiamo là con Gabbia e Tomori unici titolari in difesa
    Tomori è squalificato anche lui, era diffidato.

    ho avuto l’impressione che fosse Dumfries a cercare e a iniziare lo scontro.
    Non nascondiamoci dietro un dito. La rissa, con la reazione feroce di Theo, c’è stata, probabilmente la volevano o ci speravano e noi abbiamo abboccato all’amo come mammalucchi.

    Tra i bidoni mettiamoci pure anche Maignan sul secondo gol. Azione che comunque ricorda molto il primo subito a Roma. Li facciamo tirare sempre indisturbati.

    Mabell ha ragione da vendere sulla società.

  10. Tomori è squalificato anche lui, era diffidato.
    BENE COME BUTTARE ALLE ORTICHE ANCHE UN SECONDO POSTO. Non vale un c…o, ma almeno…
    Ora vediamo bene di farci sorpassare anche dall’Atalanta… tanto se ci impegniamo riusciremo a compiere anche questa impresa.

  11. Vedo che sei di buon umore questa mattina Danilo

  12. Pioli fuori di testa da due anni e non solo, io ci metto il girone di ritorno dello scudetto, dove col trio Er Scopertura Diaz Messias Leao e i soliti infortuni ci fece perdere una marea di punti, per poi ricorrere a Salamekers e Krunic tornando ad un minimo di equilibrio. Equilibrio mentale che poi si è perso completamente con la vittoria del trofeo.

    Ma il pesce puzza dalla testa. Con una proprietà decente, non ci sarebbe la disorganizzazione dirigenziale attuale, dove non si capisce chi fa cosa, a parte essere dei consiglieri di uno scappato di casa come Cardinale. I consiglieri, ma per cortesia…

    Con una dirigenza decente, non si sarebbe mai permesso ad un allenatore con i grilli nella testa, di mandare a cacare tutto per i suoi esperimenti, lo si sarebbe giustamente esonerato dopo gennaio 2023.

    Capitolo tecnico,il centrocampo è scarso, non mediocre, ma scarso scarso. Loftus per me non serve a un cazzo, Rejnders deve crescere tanto in personalità, non escludo possa farlo se assistito bene, ma nel contesto attuale non è possibile. Bennacer ha la testa alla sua prossima squadra, Adli è inadeguato. Ma paradossalmente questi sono problemi di poco contro rispetto a quelli enunciati sopra, che segnano il nostro prossimo destino.

  13. Siamo secondi. In un campionato dove la terza, la juve, ha fatto 2 vittorie nelle ultime 13. Ma di cosa parliamo dai. Mi ricordano le discussioni del Milan patetico di Gattuso, eh ma siamo terzi, si diceva, prima del tonfo annunciato. Umiliati in Italia e in Europa, questo siamo. Qualcuno qui scriveva che vede le basi, beati voi. Belle fondamenta, non ci sono dubbi (per me).

  14. Le basi nella rosa ci sono e non sono poche, ma non hai tutti i torti. Se c’è confusione in società, crollano anche le basi.

  15. Oltre a non sostituire Kessie e Tonali ceduto anche Salemek che a destra era l’unico capace di rientrare e aiutare il centocampo

  16. Vedo che sei di buon umore questa mattina Danilo
    Lele se ieri sera mi sono sforzato a stare il più possibile tranquillo e rilassato (l’età è quella che è…) stamattina tra gli sfottò dei consuoceri e cognato interisti, mi sono messo un pochino nervoso.
    ______________________
    Adli, uno dei pochi a salvarsi ieri sera secondo il mio modestissimo parere, aì microfoni di Mediaset ha parlato così:
    “Il nostro progetto è basato su più anni, ed è ancora lungo ma dobbiamo fare molto di più. Se la società vuole vincere dobbiamo avere una squadra forte, abbiamo bisogno di giocatori forti”.
    Questo vuol dire, sempre secondo il mio modestissimo parere, che se già da adesso in società non danno delle garanzie ai top (o presunti tali) che abbiamo in rosa, cercheranno altri lidi già da questa estate.

  17. Salamella tra l’altro ieri prestazione superba contro la Roma. Oltre al gol ha preso pure la traversa su punizione a giro, e ha fatto da collante tra attacco e centrocampo per tutta la partita. Ma un po’ tutto il Bologna è in modalità god-mode, già l’anno prossimo il giocattolo perfetto probabilmente non sarà tale.

  18. La nostra squadra ha problemi sicuramente risolvibili:
    ROSA: abbiamo lacune già ora (sicuramente un mediano equilbritatore, forse anche un rinforzo in difesa) e avremo lacune future (quando Giroud farà le valige).
    MENTALITA’: dopo che Ibra è uscito dal gruppo squadra (scudetto 22) nelle partite che conta abbiamo sempre steccato (mentre prima le vincevamo tutte), segno che lo spogliatoio non sa gestire la pressione
    GIOCO: Pioli non ne ha più uno da 2 anni (o per lo meno se ce l’ha io non l’ho capito)
    .
    Tutti questi però sono problemi risolvibili, basta avere un management competente e votato al successo.
    .
    E qui viene il dubbio: alcuni bocciano già la società (per me è prematuro) mentre altri la difendono a spada tratta perchè non hanno sbagliato un acquisto (potrebbe essere banale fortuna…).
    .
    Io aspetto di vedere la prossima stagione cosa combineranno. Sono timoroso, non rassegnato. Già dalla scelta dell’allenatore mi farò la mia idea.

  19. Il nostro centrocampo secondo me non è scarso scarso come dice @Conte, ma manca di sostanza e di centrocampisti di interdizione, come dice mabell, e qui ritorno su un punto che ho portato più volte, ritengo questa rosa sopravvalutata dai tifosi milanisti, e con molti buchi, e ci dovremmo chiedere perché altre tifoserie così come gran parte degli opinionisti non ritengano il Milan così forte come pensiamo. Se fai il 4231 devi avere due centrocampisti bravi a difendere, come dice Mabell lo scudetto lo abbiamo vinto con Tonali e Kessie, più Krunic di riserva, oggi ci mettiamo Adli e Rejinders adattati, e Bennacer in condizioni pietose. Se poi andiamo a vedere la difesa, ci manca un vice Theo, ci manca un secondo DC titolare, Calabria al massimo potrebbe essere il terzino destro di una Fiorentina, o Lazio, giù di lì. L’anno prossimo poi ci serve il centravanti titolare e il vice, è sempre ammesso che riusciamo a trattenere i tre top player. Si queste basi è difficile pensare che questa rosa abbia bisogno solo di pochi ritocchini, e al nuovo allenatore spetterà un duro lavoro per ricostruire un gruppo e dare gli input per completare la rosa

    1
  20. Boh
    Capisco il disfattismo di questi giorni (in parte lo vivo anche io) ma a leggere molti dei commenti sembriamo più scarsi della Salernitana.
    Eppure:
    – siamo secondi in campionato
    – chi ci ha elimianto dalla champions per il rotto della cuffia è in semifinale
    .
    Il sospetto che non siamo così scarsi come l’emotività del momento può suggerire nemmeno vi sfiora?
    Boh

  21. Il sospetto che non siamo così scarsi come l’emotività del momento può suggerire nemmeno vi sfiora?
    NON SIAMO SCARSI, MA NON SIAMO UNA SQUADRA!
    Se hai letto il mio primo commento, ho scritto che se ci fossimo scambiati i giocatori avremmo perso lo stesso!
    Comunque sto fatto che siamo secondi… a 17 punti dalla prima, la Juve che è crollata dopo aver perso a Milano. La Roma che era decima si è svegliata da quando c’è De Rossi.
    Un sacco di partite abbiamo fatto cagare e subiti gol fotocopia.
    Stagione di MERDA! Si per me è stata una stagione di merda con due derby persi con relativi 7 gol subiti. Fuori dalla Champions con partite di cazzo in casa. Fuori dalla E.L. senza praticamente scendere in campo a Roma. Fuori dalla Coppa Italia.
    Cosa c’è di positivo in questa stagione… boh
    Ah, con la Salernitana stavamo perdendo se non l’avesse riacciuffata Jovic…

  22. Scusate cancellate il mio precedente, scrivevo velocemente in auto e non si capisce niente.
    Lapinsu, la priorità ci dice “tornare competitivi non solo in Italia ma in Europa” per poi vedere che questo dovrebbe avvenire con al vertice della società Scaroni e Furlani…., tu ritieni questo possibile con quei due al vertice della società? Scusa ma io NO, poi domani mi smentiscono…. Bene sarò felice, ma dubito moltissimo che ciò avvenga. Penso che se questi rimangono lì è solo perché garantiscono alla proprietà quelli che sono i propri interessi ma dubito molto che sia il Milan al top. Il ruolo di Ibra ????? Chi vivrà vedrà…
    P.s. I cuginastri ultimamente non spendono più di noi nel mercato, spendono più o meno in base a quello che incassano vendendo ma mi sembra evidente che spendono meglio…

  23. Sul fatto di non essere scarsi sono d’accordo.
    Non puoi segnare tutti quei gol, 64 finora, se sei scarso. La differenza sta in quelli subiti che sono troppi e dovuti, per me, a evidenti problemi tattici e/o di tenuta mentale.
    E non concordo con il fatto che I cuginastri ultimamente non spendono più di noi nel mercato, spendono più o meno in base a quello che incassano vendendo ma mi sembra evidente che spendono meglio….
    Sono forti, sicuramente, ma gli attuali 17 punti di distacco sono dovuti anche a situazioni a loro piuttosto favorevoli e chiacchierate parecchio durante il campionato.
    Abbiamo spesso sollevato dubbi sull’influenza di Marotta, nel web è un fiorire di Marotta League, eh. Sul piatto mettiamoci tutti gli ingredienti.
    I nostri problemi li conosciamo abbastanza bene, ma non scordiamoci anche gli altri fattori non imputabili al Milan.

  24. Io faccio un ultimo intervento sulla situazione attuale, ad oggi.
    Credo che non stiamo considerando che abbiamo fatto un buon terzo della stagione con mezza squadra infortunata.
    In tutte queste considerazioni dobbiamo tenere presente che
    Kjaer non si è ripreso dall’infortunio come si sarebbe previsto
    Kalulu non si è praticamente visto
    Thiaw ha avuto un infortunio, problemi al piede e non ha reso come previsto
    Tomori infortunio e resa inferiore al previsto
    Pobega che sarebbe stato utile come mediano fisico assente
    Benaccer non sembra sia mai tornato al 100%

    Possiamo discutere delle colpe ma credo che in confronto all’Inter si tratti di un bagno di sangue

    E’ un po’ come se domani si comprasse Bongiorno, Khéphren Thuram e Šeško, si infortunassero per 1/3 della stagione e si giudicasse la squadra senza tenere presente le loro – imprevedibili – assenze

    E ciò nonostante secondi, usciti dai gironi per differenza reti e dalla Coppa Italia se non ricordo male con un arbitraggio assai discutibile

    A mio parere giudicare la squadra e la stagione senza tenere presente questo è come leggere al buio senza accendere la luce

    ripeto: Possiamo discutere delle colpe ma avrei voluto vedere i bruttiazzurri con meta dei nostri problemi

  25. Mi associo ai commenti di Mabell, non ho nessuna fiducia per il futuro con questa proprietà. Lo dico anch’io da sempre anche se ogni tanto fingo o spero che non sia vero. La latitanza dei nostri dirigenti, la mancanza vera di un responsabile, uno che una volta si chiamava direttore sportivo, l’assenza di un progetto che sia tale, perchè sembra regnare una totale confusione di idee.
    Ci siamo messi a deridere quelli là che hanno una proprietà realmente latitante, debiti fin sopra i capelli, situazione che stando alle speranze di chi non è loro tifoso sembra sull’orlo del baratro, e invece negli ultimi quattro anni hanno vinto sette titoli.
    Secondo me è arrivato il momento di urlare in faccia ai nostri proprietari tutta la nostra delusione e rabbia. Incominciamo a disertare San Siro, togliamogli per cominciare i lucrosi incassi che hanno fatto fino ad oggi. Devono vendere!!! Questi sono solo degli sporchi speculatori ai quali non interessa nulla di noi e del nostro Milan. Certo, chi compra una società di calcio lo fa pensando di guadagnarci, ma si più guadagnare vincendo o farlo facendo solo speculazione spicciola.
    La sensazione è che lo scudetto di due anni fa più che una vittoria sia stata per loro solo un incidente di percorso.
    Scusate lo sfogo. Sono stanco. Vecchio e stanco.

  26. jtura hai ragione, però certi problemi si possono prevenire…
    durante tutta la gestione Pioli, tra ottobre e dicembre, è sempre stata un’ecatombe di infortuni
    (su radiorossera c’era una bella inchiesta con dati puntuali, chi ha voglia la può recuperare facilmente)
    .
    Pertanto gli infortuni a mio modo di vedere non sono una ATTENUANTE bensì una AGGRAVANTE, perchè l’errore ripetuto non si può proprio vedere.
    .
    Detto questo, resto del mio parere:
    i problemi della rosa sono evidenti, i limiti dell’allenatore pure.
    L’unica speranza che abbiamo di risolvere entrambi è avere una dirigenza competente.
    In giro leggo solo #furlaniout e #carinaleout, io però non riesco ad avere tutta questa sicurezza nel bollare come incompetenti queste persone.
    Marotta al primo anno alla Juve arrivò settimo dopo aver comprato giocatori improbabili. Solo dopo ha creato la marottaleague
    Lo stesso Maldini (che io cmq rimpiango) al primo anno pensò bene di puntare sul GianMaestro…
    Perfino Galliani esordì con un soffertissimo sesto posto tramutatosi in quinto dopo spareggio UEFA con la samp…
    .
    Credo che i manager, al pari dei giocatori, debbano avere il diritto di poter sbagliare e se poi dai loro errori imparano e migliorano, abbiamo fatto tombola.
    .
    Concludendo: le fortune del prossimo Milan dipendono dalla scelta dell’allenatore e dai puntelli\rinforzi necessari alla squadra. Non ho la certezza che questo management abbia le capacità per gestire al meglio questo 2 esigenze, tuttavia provo diffidenza da chi ora è già cert che non ne sarà in grado.

  27. Intanto sembra, perché sappiamo tutto che quello che si legge oggi, domani non vale un cacchio, che se arriva un’offerta interessante per Adli in società sono ben disposti ad accettarla.
    Probabilmente paga le dichiarazioni rilasciate ieri: vuole un Milan forte e per essere forte bisogna comprare giocatori forti.

  28. Zullida,

    io – se posso permettermi- consiglierei di non sentire le fantasie della stampa.
    In genere sparano a caso e con il Milan ancora di più

    Se arrivassero offerte interessanti venderebbero chiunque, e sarebbe giusto, nella prospettiva con cui si è venduto Tonali.

  29. Certo Jtura, infatti nel mio commento l’ho premesso.
    Adli certo non si può paragonare a Tonali e non arriveranno chissà quali offerte, però ho la sensazione che non abbiano apprezzato molto il suo sfogo in società…

  30. Piccola nota

    Il Liverpool ha scelto Slot dal Feyenord. L’avesse fatto il Milan i Cardinale out e società di M.da si sarebbero già scatenati

  31. Io su Cardinale sono diventato pessimista sopratutto per due motivi:
    1: per come si è liberato di Maldini e Massara, io perso che la causa era una diversa visione sugli investimenti.
    2 perché ha messo ai vertici della società Milan due persone Scaroni e Furlani che saranno bravi a fare tante cose ma non mi sembra che siano grandi esperti di calcio, probabilmente bravi a fare i conti…ma non credo abbiano grandi esperienze come direttore sportivo.
    Ibra ancora non ho capito che ruolo avrà
    I fatti mi smentiranno… daranno un grande Milan europeo come dice il Cardinale… bene ne sarò molto felice e reciterò il meo culpa

  32. Piccola nota
    Il Liverpool ha scelto Slot dal Feyenord. L’avesse fatto il Milan i Cardinale out e società di M.da si sarebbero già scatenati

    Ho letto adesso chi è, strano che non ce lo abbiano ancora accostato.. giovane e pivello, esperienza solo come allenatore in Olanda, modulo preferito 4213, presumo richieda un ingaggio basso, perfetto per i gusti di Moncadá Furlaní e compagnia bella

  33. Se era nero secondo i mie gusti era sicuramente meglio
    Avrei preferito anche il classico collo a V.

  34. ce la meritiamo tutta la merda che sta arrivando. Siamo semplicemente ridicoli

  35. Non contenti della nostra brutta situazione sportiva, continua imperterrito il carico di merda su di noi. Cosa avremo mai fatto per meritare tutto questo?

    Se hanno avviato un’indagine qualcosa di sicuro troveranno, e saranno caxxi

  36. Zirkziano
    @ZirKziano

    Ora è davvero tutto fatto: Antonio Conte sarà il prossimo allenatore del #Milan ⚫️
    Giornata che potrebbe diventare STORICA per il club rossonero!
    Le firme arriveranno a giugno ✍

  37. Zirkziano
    @ZirKziano
    “Ora è davvero tutto fatto: Antonio Conte sarà il prossimo allenatore del #Milan ⚫️
    Giornata che potrebbe diventare STORICA per il club rossonero!
    Le firme arriveranno a giugno “✍

    ??????????

  38. Ecco dopo Furlani parla anche Scaroni… questi sono i personaggi a cui la proprietà????? Ha affidato il Milan….
    Braida: al Milan non c’è più chi capisce di calcio…
    Ibra, per favore non mischiarti con costoro, poni le tue condizioni non mediare e se non concordano mollali…

I commenti sono chiusi.