Pare, dico pare, e cerchiamo di rimanere scettici fino all’annuncio delle formazioni ufficiali, che sua maestà Hakan Calhanoglu, l’intoccabile di Mannheim, stasera a Marassi contro il Genoa potrebbe finalmente sedersi in panchina. Io accolgo questa scelta con soddisfazione. Il turco nato e cresciuto in Germania ha mostrato ormai da tre anni quello che è e non è capace di fare in campo. Ad esempio, non è uno specialista delle punizioni, come invece ci era stato raccontato dagli specialisti o sedicenti tali nel 2017. Da questo punto di vista non è pressoché in grado di fare alcuna rilevante differenza nel corso della stagione, di fornire assist o metterla direttamente in rete da calcio da fermo in posizione pericolosa.

Sappiamo, inoltre, che non è un granché come creatore di gioco o come ispiratore: fatta eccezione per la primavera 2018, il suo contributo offensivo è spesso stato di poca sostanza, non raramente banale e apparentemente sciatto. Lo si è visto ancor di più quando è stato messo dietro le punte o nella posizione di regista. Da ala o mezzala sinistra si è comportato un pochino meglio, ma svolgendo il suo compitino o poco più, e comunque mostrandosi inferiore ad altri giocatori della rosa milanista (come, ad esempio, Giacomo Bonaventura). Per quel che riguarda l’aspetto fisico e atletico, infine, direi che siamo assolutamente nella norma. Non si tratta di un eccellente recuperatore di palloni, ed è vero che talvolta gli allenatori gli hanno chiesto di fare del lavoro sporco, ma è altresì vero che talvolta alcuni suoi errori in fase di gestione della palla ci hanno messo in difficoltà.

Insomma, io, con questo post, voglio sponsorizzare e sostenere questa scelta tecnica. Bene fa il mister Giampaolo a tentare di raddrizzare questa barca malandata e in tempesta senza Calhanoglu in campo.

IL PROGRAMMA DELLA 7a GIORNATA

Sabato 5 ottobre 2019
ore 15:00 – SPAL-Parma
ore 18:00 – Verona-Sampdoria
ore 20:45 – Genoa-Milan

Domenica 6 ottobre 2019
ore 12:30 – Fiorentina-Udinese
ore 15:00 – Atalanta-Lecce
ore 15:00 – Bologna-Lazio
ore 15:00 – Roma-Cagliari
ore 18:00 – Torino-Napoli
ore 20:45 – Inter-Juventus

Mercoledì 18 dicembre 2019
ore 20:45 – Brescia-Sassuolo