Come all’andata il Milan liquida la pratica Austria Vienna segnando agli avversari ben 5 gol. La vittoria di stasera qualifica i rossoneri ai sedicesimi di finale di Europa League con un turno di anticipo…

E pensare che le cose non si erano messe bene, dal momento che gli austriaci passano in vantaggio al 20′ con Monschein (il più propositivo degli ospiti) sulla prima ripartenza; di fatto, si tratterebbe di un autorete di Bonucci, visto che il nostro difensore interviene in scivolata ma non riesce a controllare il pallone che gli passa sotto le gambe (bravo l’attaccante avversario a superare Donnarumma in uscita). Il Milan però reagisce e trova la marcatura del momentaneo pareggio al 26′ con Ricardo Rodríguez; l’azione nasce da un cross sulla destra di Borini, cross che viene smorzato di testa quel tanto che basta perché la palla arrivi a Ricardo Rodríguez, che può solo segnare. Fondamentalmente, il Diavolo ipoteca la vittoria già nei primi 45′, dapprima raddoppiando con André Silva (oggi titolare con Cutrone dal primo minuto) al 35′ (punizione tirata da Calhanoglu, palla che supera la barriera e che arriva sui piedi del portoghese), successivamente con Cutrone al 40′ (monumentale Borini che riesce ad arpionare un pallone che sembrava destinato a finire sul fondo, cross dalla destra per l’incornata del nostro attaccante calabrese)…

Nella ripresa si gioca in scioltezza; l’unica azione dell’Austria Vienna è al 55′ con una volata di Pires. Per il resto, la partita la fa soltanto il Milan. Il poker è servito al 69′ con la doppietta di Silva, che, ben pescato con un bell’assist, è bravo a girarsi e a calciare mentre scivola. Cutrone non vuole essere da meno e realizza anch’egli la sua doppietta personale in pieno recupero (pregevole lo scambio con Antonelli)…

CONSIDERAZIONI:

Vai a capire quanto possa essere affidabile un test di questo tipo. Stasera mi sono piaciute la determinazione e la tenuta. La coppia André Silva/Cutrone ha dimostrato un ottimo affiatamento e molti giocatori hanno reso meglio rispetto ad altre partite…