Non ce la faccio più, davvero. Per me è sempre più difficile commentare una stagione neppure arrivata a metà. Non bastassero le sconfitte contro le prime sei squadre del campionato, ora si regalano punti anche alle dirette concorrenti per non retrocedere; davvero un pessimo modo per festeggiare 118 anni di storia. Non si capisce cosa sia cambiato in metà settimana rispetto alla partita di Coppa Italia contro la stessa squadra, fatto sta che stavolta il risultato è invertito…

Si comincia il primo tempo con Kalinic unica punta; per quanto il croato si sia sbattuto di più rispetto ad altre prestazioni non si incide in fase d’attacco, complice anche un Suso sì propositivo ma purtroppo anche molto impreciso (clamorosa la palla gol sprecata solo davanti al portiere al 36′); non pago, il nostro esterno spagnolo si fa espellere al 90′ dopo l’intervento del VAR…

A passare in vantaggio, praticamente sull’unica palla gol avuta, sino gli uomini di Pecchia al 22′ con un’incornata di Caracciolo (palla che colpisce la parte bassa della traversa ed entra in porta). La partita s’incattivisce, il Milan cerca una reazione ma la squadra è in confusione totale, Alcune conclusioni di Montolivo, Suso e Bonucci sembrano più frutto di frustrazione che non la logica conseguenza di idee di gioco…

Nella ripresa il tris è servito: il Verona parte bene e segna ancora prima al 54′ (assist dalla sinistra di Bessa e gol di Kean) e poi al 76′ con Bessa, al termina di una ripartenza dopo aver fermato Borini con un raddoppio di marcatura. Per il resto non so cosa dire: una reazione sembra anche esserci, ma né il modulo né i giocatori non sono dei più adatti (Cutrone e André Silva insieme giocano a distanza troppo ravvicinata e spesso si pestano i piedi, altri giocatori sono fuori forma). Si perde male e vergognosamente; quanto mostrato di buono nelle ultime prestazioni è andato letteralmente in fumo…

CONSIDERAZIONI:

Questa squadra non ha condizione.
Questa squadra non ha top player.
Questa squadra non ha ricambi adeguati.
Questa squadra sembrava aver ritrovato un minimo di dignità e di carattere, non era così.
Segnatevi questa: se entro la fine di febbraio non si fanno almeno 30 punti si retrocede.
Che ci si ritiri, tutti, oppure si vada in campo con la primavera o comunque con gente con più attributi e idee di questi che ci ritroviamo…
Ah, com’è che adesso che vincono con giocatori di colore i supporters del Merdas non fanno più BOOOOOOOOOOOOO? Stranezze del calcio.