18 3 minuti 6 mesi

Milano, sabato 26 agosto 2023 – ore 20,45 – Stadio San Siro

Bilancio Serie A (in “casa del Milan”):

Giocate: 77

Vittorie Milan: 46

Pareggi: 20

Vittorie Torino: 11

Gol Milan: 133

Gol Torino: 51

Buona la prima, passiamo alla seconda.

Statisticamente con Pioli alla guida abbiamo vinto gli ultimi 4 incontri casalinghi.

Naturalmente tutte le partite hanno la loro complessità, nessuna si può dire a priori che sia più facile dell’altra. Considero il Toro più forte del Bologna e quindi ci attende probabilmente una prova più tosta di quella del Dall’Ara anche se si gioca in casa. Ma “noi” siamo il Milan…

Nella immagine degli ex ho voluto omaggiare un grande Roberto Rosato uno degli eroi del mio primissimo Milan. Avrebbe compiuto, come Rivera, 80 anni lo scorso 18 agosto, ma una brutta malattia che lo ha tormentato per 10 lunghi anni se lo portò via a giugno del 2010 poco prima di compiere 67 anni.

Venerdì 10 febbraio si è giocata l’ultima partita tra le due formazioni. Il Milan veniva da un periodo veramente buio e complicato, non vincere avrebbe significato quasi affondare del tutto e abbandonare (quasi) già il sogno qualificazione Champions.

Il Milan si presentò abbastanza contratto, come naturale che fosse venendo da ben 7 partite senza una misera vittoria, ma anche convinto di tornare a far punti e la squadra fece quadrato. Pioli cambiò qualcosina passando alla difesa a tre con Thiaw che cominciò da lì a conquistarsi il posto da titolar.

Nel primo tempo forse leggermente meglio il Toro, ma nella ripresa il Milan comincia a spingere con più convinzione specialmente con Theo e proprio da un suo splendido cross al 63° Giroud si “gira” e porta il Milan in vantaggio. Lo stesso Theo al 76° in contropiede butta alle ortiche la palla del raddoppio che ci costrinse a soffrire (come spesso accaduto la passata stagione) in attesa del fischio finale che finalmente ci riporta a vincere una partita.

Osservando le altre partite in programma delle dirette concorrenti, sembra che la nostra sia la più complicata. Anche se per la Roma, fermata in casa dalla Salernitana non sembra molto agevole la trasferta di Verona così come bisogna vedere come reagisce la Lazio alla sconfitta di Lecce.

Ovviamente a noi interessa esclusivamente che arrivino altri 3 punti nel nostro carniere che aiuterebbe moltissimo dal punto di vista del morale in attesa delle prossime due: a Roma contro i giallorossi ed il derby.

_________________________

IL PROGRAMMA DELLA 2ª GIORNATA

Sabato 26 agosto 2023:

ore 18,30 – Frosinone-Atalanta

ore 18,30 – Monza-Empoli

ore 20,45 – Milan-Torino

ore 20,45 – Verona-Roma

Domenica 27 agosto 2023:

ore 18,30 – Fiorentina-Lecce

ore 18,30 – Juventus-Bologna

ore 20,45 – Lazio-Genoa

ore 20,45 – Napoli-Sassuolo

 Lunedì 28 agosto 2023:

ore 18,30 – Salernitana-Udinese

ore 20,45 – Cagliari-Inter

18 commenti su “Presentazione Milan-Torino – Seconda giornata Serie A 2023-2024

  1. A una settimana dalla fine del mercato, aspettandomi poco o nulla sia in uscita che in entrata, qualche dato sull’impatto della sessione di mercato estiva su bilancio, valore e costo della rosa, incrociando dati da Transfermarkt, per il valore della rosa, e capology.com., per il monte ingaggi:

    Impatto sul bilancio e monte ingaggi:: molto interessante notare che il monte ingaggi è aumentato di poco, anzi, da capology.com risulterebbe in una diminuzione di due milioni, tuttavia credo che questo sito non tenga in considerazione alcuni cavilli del decreto crescita, per cui il lordo riportato dal sito potrebbe essere leggermente inferiore a quello reale. Incrociando i dati di Transfermarkt e capology, mi risulta che il costo totale a bilancio dei nuovi arrivi è circa 52 milioni tra ammortamento e stipendio lordo, ma potrebbe essere leggermente superiore per via del calcolo degli sgravi fiscali non preciso riportato da capology.com. Il risparmio a bilancio per le cessioni o fine contratto invece è di circa 40 milioni, una bella somma, vuol dire che la campagna acquisti porterà a un leggero aumento (15 milioni circa) del costo totale della rosa. Da notare che il costo attuale a bilancio degli esuberi Caldara, Saele, Origi e Ballo è di quasi 17 milioni, vale a dire che se idealmente si riuscisse a sbolognare tutti e quattro, questa campagna acquisti sarebbe a impatto zero sul bilancio, c’è da sorprendersi che siano stati messi fuori rosa per convincerli / costringerli a andare via – scelta opinabile, visti i risultati.

    Valore della rosa: Fonte Transfermarkt, grazie all’acquisto di giocatori a titolo definitivo, il costo d’acquisto della rosa è il terzo dopo gobbi e Napoli, 321 milioni, e il valore della rosa (secondo Transfermarkt) è il secondo della serie A, 550 milioni, di poco inferiore a quello del Napoli. Insomma, se stiamo al valore economico la nostra rosa non può essere considerata proprio da squadretta. Da notare che la fortissima Inda è solo settima in classifica per prezzo d’acquisto della rosa (dovuto principalmente ai molti giocatori presi con i pagherò), ed è terza per valore della rosa, distanziata di quasi 100 milioni dalla rosa del Milan.

    Vedendo i dati sul costo della rosa, fa ancora più pensare (ehm, rosicare) come una squadra super indebitata e che l’anno scorso ha chiuso il bilancio in passivo di 220 milioni possa “permettersi” di prendere Lukaku a 10 milioni di prestito, più altri dieci per lo stipendio, un all-in che però fa fare ai capitolini uno step in avanti pazzesco nella griglia di partenza della stagione appena iniziata. Ma, questo ci hanno sempre detto sia la proprietà precedente che quella attuale, vogliono migliorare la rosa ma sempre con più di un occhio al bilancio… adesso hanno aggiunto vogliono vincere ma in modo intelligente… speriamo che alla lunga avranno avuto ragione loro…

  2. Ovviamente a noi interessa esclusivamente che arrivino altri 3 punti nel nostro carniere che aiuterebbe moltissimo dal punto di vista del morale in attesa delle prossime due: a Roma contro i giallorossi ed il derby.

    Concordo, in questo momento di “rodaggio” l’importante è non perdere punti, il Torino è una buona squadra, se dovessi toglierle qualche giocatore mi prenderei la loro coppia di centrocampo centrale, Ricci e Ilic, ma poi per il resto più o meno è la squadra dell’anno scorso, non certo una squadra di cui avere paura

  3. Il Milan veniva da un periodo veramente buio e complicato,

    Periodo fra i più misteriosi cui abbia mai assistito. Qualcosa di strano è successo in quella fase, troppe imbarcate, poi il 2 a 5 contro il Sassuolo.

  4. Infatti boss, qualcosa nello spogliatoio si era rotto e chissà Ibra quanti ne ha appesi al classico chiodo.

    Per fortuna è tornato poi tutto nei ranghi, e forse il benservito a Paolino potrebbe, ma è una mia idea, entrarci qualcosa… Non lo sapremo mai!

  5. Primo sold out a San Siro con la presenza del padrone. Speriamo che serva come incentivo. Non onorare questi tifosi con una vittoria sarebbe un peccato.
    Ho gli stessi timori di Conte.

  6. Bello bello bello. Nonostante un gol evitabilissimo. Quanta eleganza e qualità. Ora che registra bene i piedi Leao, ne vedremo delle belle.

  7. Sempre calcio d’agosto.
    Però anche noi sempre bene.
    Poi vedremo se il Bologna vale più o meno del toro.

  8. Molto bene stasera, decisamente meglio di Bologna, la squadra mi è sembrata più equilibrata. Pulisic forte forte.

  9. Questa sera si è visto un Milan diverso da quello al quale eravamo abituati. Il livello tecnico e la qualità che avevamo da tempo individuato essere cresciuti, questa sera lo si è potuto apprezzare nella sua interezza. Il Toro è stato poca cosa, ma lo diciamo adesso dopo che erano giorni che temevamo la squadra di Juric. I test definitivo, prima di buttarci sul livello massimo del derby, lo avremo venerdì a Roma.
    Una cosa però, in tempi antichi, sul gol di Theo si sarebbe detto che quel gol, confezionato assieme a Leao, ha deliziato la Scala del Calcio e sarebbe stato il riconoscimento massimo per una azione di calcio. Perchè la Scala di San Siro questa sera era nel suo massimo splendore con un sold out di 72.000 posti. Anche i nuovi (Pulisic, Reijnders e Loftus-Cheek sicuramente i migliori) si saranno subito resi conto dove sono venuti a giocare.

  10. Mi sono svegliato felice per la prova di ieri sera. Un mese e mezzo fa pensavo che stava iniziando la fine della A.C.Milan. Oggi invece intravedo cose nuove e positive.
    Certo Tonali mi manca sempre, ma probabilmente senza il suo sacrificio non avremmo avuto i nuovi che sembrano giocare da anni con questa maglia. Pulisic fenomale, Loftus-Cheek grandioso, Reijnders STREPITOSO! Questo ragazzo che corre a testa alta, mi ricorda, senza essere blasfemo, la corsa di Baresi.
    Anche gli altri nuovi sembrano ok specialmente Chukwueze.
    Con tutto l’affetto per Salamella e Messias, ma avere a destra Chuku e Pulisic è un’altra storia.
    Forse troppo entusiasmo da parte mia, so che verranno inevitabilmente momenti meno felici, ma sono però convinto che rispetto allo scorso anno di avere un’altra rosa con molta più qualità.

  11. Lo dicevo quando ancora non lo considerava nessuno (due o tre anni fa), lo dicevo quest’estate mentre era in provincia nto di essere acquistato, e lo ribadisco ancora: PULISIC è FORTE. Ma FORTE VERO. Ricorda un mix di giocatori forti degli anni ’90 e dei primi anni 2000, non uno in particolare ma un gruppetto di questi, con qualcosa di ciascuno. Il gol di ieri era un insieme di movimenti alla Shevchenko, ad esempio. Quello a Bologna era alla Batistuta.

  12. Buongiorno e buona domenica, ieri partita dominata e vinta in scioltezza, unica pecca la dormita sul pareggio del Torino. Si conferma Capitan America giocatore di categoria superiore, Rejinders a tutto campo, e LC in crescita. Krunic non si vede ma c’è e fa il suo lavoro al servizio della squadra, e anche Leao decisamente meglio e dentro a tre dei quattro gol. Forse, che l’anno scorso non sia stata tutta colpa di Pioli ma anche di una rosa inadeguata e senza ricambi non era solo una scusa a favore dell’allenatore, basta vedere i cambi di ieri, escono Leao, Giroud e LC, dentro Okafor, Musah e Chuk

  13. Non ho visto dormite sul pari del Torino Stefano, visto che l’azione è stata molto casuale. Comunque, nel complesso buona prova e risultato giusto, e la conferma ce l’ho non solo dal fatto di avere visto la partita ma anche dal fatto di leggere di un francese che non sa più a cosa attaccarsi. Alcune cose sono da rivedere e ho come l’impressione che Leao stia ancora carburando. Reijnders ieri ancora ottimo ma lo dico sottovoce perché non vorrei svegliarmi. Buona giornata e Forza Milan

  14. Ragazzi vorrei anche io abbandonarmi a lodi e peana vari come fanno altri ma siamo seri, questi bologna e Torino son 2 squadre che faranno fatica a salvarsi quest’anno. Il primo vero test che ci mostrerà le reali ambizioni dei rossoneri sarà quello di Roma venerdì e ci tocca pregare che Lukaku non sia pronto per giocare subito dato che la coppia che forma con Dybala è la migliore della Serie A a mani basse e non è paragonabile ai nostri giocatori. Senza poi aggiungere parola sull’incalcolabile mismatch della guida tecnica in loro favore. Sarà durissima

  15. Assolutamente, due #vittoriette che #nonfannotesto grazie al solito #miracolone di #qulo che ci ha permesso di vincere nel 2022 uno #scudettodipirro. Temo una clamorosa #imbarcata per la quale sarà necessario un #pallottoliere rinforzato anche per fare capire anche ai #ritardati che la nostra è una #squadretta con un #evidentemismatch rispetto anche solo a una Salernitana

  16. Sull’evidente #mismatch che attanaglia il Milan, costretto ad affidarsi a #miracoloni di #qulo che producono solo #vittoriettedipirro per #ritardati si è espresso anche il noto giornalista sportivo #rudygaletti insieme ai suoi amici Alberto, Bebo, Steve e, uiltimo arrivato, Pino.

I commenti sono chiusi.