40 3 minuti 8 mesi

Napoli, domenica 29 ottobre 2023 – ore 20,45 – Stadio D. A. Maradona

Bilancio Serie A (in “casa del Napoli”):

Giocate: 75

Vittorie Napoli: 28

Pareggi: 22

Vittorie Milan: 25

Gol Napoli: 88

Gol Milan: 75

Scrivere un post dopo le ultime due partite molto deludenti con relative sconfitte della nostra squadra è veramente difficile. Il morale è a terra, vedere il Milan subire 4 reti in due gare senza praticamente mai tirare in porta se non la “girata” di Giroud contro la Juve, è molto squallido.

Giocatori come Leao e Theo giocare in modo scandaloso contro il PSG in coppa, quando invece partite e platee del genere dovrebbero dare stimoli infiniti, a prescindere dal dettame dell’allenatore.

Se domenica la “scusa” e la colpa è stata affibbiata alle assenze di Theo e Maignan ed alla espulsione di Thiaw, mercoledì nessuna scusa. La finisco qua perché ne abbiamo già discusso nel post di riferimento.

Domenica sera abbiamo un’altra trasferta molto complicata anche per le assenze che impediscono di far rifiatare un Giroud commovente. Prendessero esempio gli attuali debosciati che abbiamo in squadra dal francese che oltre il 90° va a difendere nella nostra area. Il Napoli dopo una partenza così così, con le due ultime vittorie entrambe fuori casa a Verona ed in Champions a Berlino, ha dato prova di ritrovata compattezza e gioco e vogliono ovviamente confermarsi contro di noi.

Lo scorso anno contro tutti i pronostici sbancammo l’ex-San Paolo con un perentorio 4-0, con una doppietta di uno scatenato Leao, ecco ci rivorrebbe un Leao così per avere qualche chance, che realizza la prima e la terza rete, mentre la seconda da un ottimo B. Diaz e la quarta, bellissima, di Saelemaekers.

Perdere questa partita significherebbe vedersi molto probabilmente distanziati dall’Inter, scavalcati dalla Juve, avvicinati dal Napoli ad un solo punto ed anche dalla Fiorentina se dovesse vincere a Roma contro la Lazio.

Questa è la peggiore delle ipotesi, naturalmente speriamo che ciò non accada e di rivedere un Milan quantomeno accettabile.

_______________________________________

IL PROGRAMMA DELLA 10ª GIORNATA

Venerdì 27ottobre 2023:

ore 20,45 – Genoa-Salernitana

Sabato 28 ottobre 2023:

ore 15,00 – Sassuolo-Bologna

ore 18,00 – Lecce-Torino

ore 20,45 – Juventus-Verona

Domenica 29 ottobre 2023:

ore 12,30 – Cagliari-Frosinone

ore 15,00 – Monza-Udinese

ore 18,00 – Inter-Roma

ore 20,45 – Napoli-Milan

Lunedì 30 ottobre 2023:

ore 18,30 – Empoli-Atalanta

ore 20,45 – Lazio-Fiorentina

40 commenti su “Presentazione Napoli-Milan – decima giornata Serie A 2023-2024

  1. Dipende tutto dal coach. Non dico per vincere, quello non è mai garantito, dico per non incappare in un’altra figura di merda. Pioli si è confrontato animatamente coi giocatori, questo è certo, a nessun calciatore professionista piace fare figuracce in mondovisione; se lo ha fatto in modo intelligente avremo una partita, in caso contrario praterie, ammonizioni, gol subiti ed espulsioni. Film già visto.

  2. Mi ripeto, con il Napoli partita non per una svolta, ma per verificare se c’è una possibilità di svolta… altrimenti se a Napoli si perde e non ci sono segnali di possibile svolta, sono per il cambio, anche con fino a fine campionato con un allenatore di transizione, magari Abate, affiancato da Ibra… poi se eventualmente si dimostra valido…

  3. Tra l’altro molto probabilmente mancherà ancora una volta Loftus-Cheek, il vero grande acquisto estivo.
    Ma come ho già scritto in passato, lo si sapeva che questo giocatore era soggetto ad infortuni, altrimenti il Chelsea non ne se sarebbe mai privato.
    Mabell, sicuramente sarà molto importante la partita di domani sera. Non penso che gli americani vorranno continuare a fare queste figure. Anche se, come ha scritto spesso il boss, se rivoluzione doveva essere, doveva essere completa. In teoria siamo ancora in tempo a non buttare già via la stagione, il problema è che non sempre i cambi in corsa hanno portato bene.

  4. Se tra oggi e domani pomeriggio dovessero saltare fuori due o tre nuovi infortunati, allora sarebbe da cacciare immediatamente. Ma proprio subito, anche poco prima del fischio di inizio. Perché credo di aver capito come questo COACH crede di risolvere le situazioni.

  5. E nessuno mi toglie dalla testa che costui, in fondo, magari non mettendosi in vista (o magari sì), la Seconda Stella della sua squadra nerazzurra preferita fino all’ adolescenza lo festeggerebbe. Magari vantandosi di essere arrivato comunque tra le.prime 4 con la squadra “ripiego”.

  6. Che gol ha fatto Zirkzee, è forte davvero questo ragazzo, se inizia anche a segnare.. Purtroppo più segna e più il prezzo sale, ma fossi la società proverei a prenderlo già a Gennaio

  7. Gobbi temporaneamente primi in classifica

    Gol annullato, meglio così

  8. Eccallá all’ultimo minuto. Attenzione a sottovalutare la vecchia baldracca

  9. Beh, forse toccherà sperare nella vecchia baldracca per evitare che le merde si cuciano la seconda stella.

  10. D’accordo con Giustiziere. Non è il massimo sperare in una vittoria bianconera, ma tra i due Mali non c’è paragone.

  11. Oggi servirebbe la “partita perfetta” come quella giocata un mese fa contro la Lazio.
    Il miglior Milan visto in questa stagione.

  12. Buongiorno a tutti. Per stasera le sensazioni sono assolutamente negative ma cercherò di non pensarci fino a stasera…ovviamente forza lupacchiotti e sogno una doppietta di Big Rom

  13. Buongiorno a tutti. Per stasera le sensazioni sono assolutamente negative ma cercherò di non pensarci fino a stasera…ovviamente forza lupacchiotti e sogno una doppietta di Big Rom

    Sono tre anni di seguito che vinciamo a Napoli in campionato, per la legge dei grandi numeri oggi la vedo negativa pure io… oppure non c’è 3 senza 4, chissà, di sicuro questa squadra negli anni ha tirato fuori ottime prestazioni proprio bei momenti di crisi, piccole e grandi che siano. L’assenza di Osimhen è un’occasione, ma loro se manca il nigeriano possono contare su Raspadori e Simeone… Dopo questa, nelle prossime 9 partite di campionato delle prime otto ci restano Atalanta e Fiorentina, quindi ci sarebbe ampio margine per riscattarsi da una eventuale sconfitta. Piaccia o non piaccia, l’obiettivo della società, non il mio o il nostro, è arrivare tra i primi quattro, se non vi piace fatevene una ragione perchè così, se avessero avuto l’obiettivo scudetto seconda stella quest’estate avrebbero fatto all-in su Lukaku, preso un vice-Theo senza aspettare di sbolognare Ballo, e forse anche un centrocampista centrale considerando l’assenza di Bennacer

  14. Ha ragione Stefano, purtroppo. Dico purtroppo perché sono tifoso-tifoso e non tifoso-contabile. Poi ci sono le strategie societarie le quali, obbiettivamente, hanno un senso.
    Ma altrettanto obbiettivamente, al di là delle innegabili lacune qua e là, la rosa messa a disposizione di Pioli può fare meglio. Mi dispiace martellare sempre sullo stesso argomento, ma per ora il problema mi pare ben definito. Se l’allenatore non aggiusta qualcosa, non fa qualche passo indietro circa le sue convinzioni, anche il quarto posto, obbiettivo raggiungibilissimo da questa rosa, non è così scontato.

  15. Mi dispiace martellare sempre sullo stesso argomento, ma per ora il problema mi pare ben definito. Se l’allenatore non aggiusta qualcosa, non fa qualche passo indietro circa le sue convinzioni, anche il quarto posto, obbiettivo raggiungibilissimo da questa rosa, non è così scontato.

    Quest’anno l’allenatore ha poche attenuanti perché il mercato l’hanno fatto sulle sue indicazioni. Potrebbe dire che voleva un altro centravanti e non gliel’hanno preso, ma sul materiale a disposizione sono d’accordissimo che tocca a lui saperlo mettere in campo, o almeno se non vuole fare un cambio di rotta, deve fare in modo che i giocatori sappiano stare in campo come vuole lui e cosa pretende, non posso credere che a un allenatore possa stare bene quanto visto in molte partite finora, mi rifiuto di crederlo, sono ancora dell’idea che Pioli certamente non è un grande allenatore perché la sua carriera parla per lui, ma neanche che sia un asino come viene definito in altri lidi e da altri tifosi che fino a esattamente un anno fa di lui dicevano ovviamente tutt’altro

  16. Cmq la primavera di Abate gioca davvero bene. Abate è da tenere in considerazione se la situazione precipitasse, almeno come traghettatore fino a fine stagione

  17. Anche io come il boss, ma penso il 100% dei tifosi, sono tifosi – tifosi. Il quarto posto freca assai rispetto ad uno scudetto, ma in fin dei conti anche rispetto ad una Coppa Italia. In questo caso mi sa che la percentuale scende di parecchio. Oggi non ho sensazioni, sono ancora molto amareggiato. Come sempre mi aspetto una buona prestazione, ma con gli assenti, con giocatori premuti e con la maretta nello spogliatoio sarà molto complicata. Ma nonostante tutto questa squadra ogni volta che sembrava morta, ha sempre reagito con una prova maiuscola. Sarà così anche questa volta? Vediamo come scendono in campo stasera, altrimenti penso sia il caso di cambiare manico. Tanto peggio di così.

  18. “ma neanche che sia un asino come viene definito in altri lidi e da altri tifosi”

    Su questo non c’è dubbio. Pioli sa di calcio più di me e di chiunque altro non sia del mestiere. Purtroppo a volte, anche i professionisti più equilibrati e modesti, stentano a tenere a freno il proprio ego. Specialmente dopo qualche successo. Ricordo una volta Capello, disse che dopo cinque anni, massimo sei, un allenatore deve cambiare aria. Forse non aveva tutti i torti.

  19. Abate mi è sempre sembrato, da calciatore, un ragazzo intelligente, corretto (pochissimi cartellini ni in carriera, nonostante il ruolo), professionale e serio nell’ impegno. Allenamenti intensi e rarissimi infortuni, sempre disponibile. Non è stato tecnicamente eccelso, gli è mancato sempre qualcosa per fare il salto tra i Top Italiani. Secondo me è stato danneggiato dai moduli: era un difensore da difesa a tre, al Milan la difesa a tre era vietata e lui si è dovuto adattare a fare il terzino ultra-difensivo. Le poche volte in cui ha giocato da centrale del difesa, ha fatto PARTITONI. Ora da allenatore mi sembra aver incrementato carisma ed esperienza, mantenendo una grande professionalità. Ignazio Milanista Vero, di altri tempi, ha il Milan nel sangue. Come traghettatore per la prima squadra lo prenderei anche domani, aspettando Giugno per il Grande Nome, poi non si sa mai…magari alziamo la Seconda Stella proprio con Abate a sorpresa. Di certo non la alziamo con il parmense appassionato di derby persi.

  20. Stavo seguendo la questione Lukaku-tifosi prescritti. Conoscendo la spocchia di quest’ultimi mi domando che differenza trovano tra la situazione Lukaku-Inter-Roma e Calhanoglu-Milan-Inter.
    Situazione uguale, ma per il Turcornuto c’è la lievitazione a idolo, all’altro il declassamento a infame.
    Trovo la situazione un’abile manovra orchestrata non so da chi (Pinocchio…) e a favore di cosa (Pinocchio 2…). In più ci si mette il sopravvalutato portoghese, noto più per le sue sceneggiate, le polemiche e le squalifiche quando deve incontrare i suoi ex.
    Concordo con chi si aspetta la partita risolta dal belga con i tifosi prescritti in una esplosione collettiva di bile e fegati e Moufrihno obbligato a elogiare i suoi, quella Roma intendo.

  21. Conoscendo la spocchia di quest’ultimi mi domando che differenza trovano tra la situazione Lukaku-Inter-Roma e Calhanoglu-Milan-Inter.

    Ah guarda, non chiederlo a me. Leggo un po’ in giro le loro motivazioni (sono un blocco monolitico, niente a che vedere col nostro variegato mondo), ma non riesco a capirle. Lukaku non era più un loro giocatore, lo scorso anno era in prestito; tra l’altro, l’anno prima, dalla sua cessione ci avevano guadagnato un sacco di soldi, ossigeno vitale per le loro casse in grave sofferenza. Dove diavolo vedono un tradimento?

  22. Anche Kjaer out, sempre muscolare.
    Ma sono dei macellai o dei preparatori questi?

  23. Uno è un caso, due un sospetto, tre una prova.
    Io ho perso i conti e mi sa che Gaspare ha ragione: macellai!!!!

  24. Padovan oggi: “Il Cagliari è sotto di tre gol, è una squadra allo sbando e destinata a tornare in B”.

    1
  25. Padovan oggi: “Il Cagliari è sotto di tre gol, è una squadra allo sbando e destinata a tornare in B”.

    Un uomo una sentenza 😀

  26. Lancio a tagliare per il terzino che la stoppa a seguire, crossa senza pensarci, e il centravanti anticipa ì difensori e la butta dentro da due metri. Sembra facile, ce la possiamo fare anche noi?

  27. Almeno la Roma è rimasta a sette punti, la vedo molto pericolosa per il quarto posto. Mettiamola così…

  28. La metto così anche io. Però stasera non dobbiamo fare figuracce.

  29. Arriviamo ancora una volta senza sostituzioni per un centrale. Il terzino sx non l’abbiamo sempre.
    Si sarà ricordato Pioli di come ha battuto due volte su tre il Napoli la primavera scorsa?

  30. Grande Oliviero e grande Musah.
    Lo avevo scritto stamattina che quando sembra morto il Milan ci regala queste prestazioni. Potevano stare 3 a 0, ma va benissimo così. Ora straconcentrati la ripresa senza fare cazzate.

  31. No Zuli contento per un bel Milan ma non va benissimo così il 3/0 andava fatto e la pretura era quasi chiusa, 2/0 a Napoli la partita con un tempo da giocare è ancora aperta

  32. Siamo ridotti ai minimi termini con due come Pellegrino e Romero in campo. Si può capire che qualcosa non funziona? Una società che parte per lottare per lo scudetto e comunque per la qualificazione in CL, non può ridursi così. E sempre a ottobre e novembre.
    Si può sapere che caxxo ha fatto Pulisic?????

  33. Pioli hai rotto il cazzo. Lo ripeto per l’ennesima volta: andava cacciato dopo il derby.

  34. Un allenatore di merda per dei giocatori di merda ed una società di merda che se aveva le palle lo avrebbe cacciato questa estate. No andiamo avanti con lui, piena fiducia a Pioli. E facciamo figure del cazzo. Sono più incazzato stasera che mercoledì. Una partita stravinto, rientriamo in campo molli. Meglio che vada a letto. Porco Giuda!!!!!

  35. È da cacciare. O è davvero scarso scarso scarso, e lo Scudo 19 è stato un (suo) colpo di fortuna dettato da uno splendido stato di forma della rosa (suoperfisicata) messa a disposizione in 2 anni da Maldini e Massara, oppure…oppure…oppure…sta remando contro per dare il Ventesimo all’ Inter. A tutto c’è un limite, oggi è stata la dimostrazione che questo o ci è o ci fa. È scarso o è in malafede. Da cacciare, immediatamente, senza pensarci, senza paura di pentimento e dimenticandolo, come se al Milan non ci fosse mai stato.

  36. Impressioni così buttate lì, queste partite non si portano a casa perché certo “il gioco” ma non c’è più la “squadra” non c’è più un vero leader nello spogliatoio, ma a Maldini manca Ibra e Pioli da solo non è abbastanza carismatico da gestire da solo lo spogliatoio specialmente con i vecchi giocatori che erano abituati ad altre figure che facevano da filtro tra allenatore e spogliatoio, probabilmente non così con i nuovi… lo scorso anno a gennaio si era rivissuto una situazione simile, credo che poi abbiamo recuperato per una forte presenza a Milanello di Maldini/Massara che sono riusciti a fare da filtro e “MEDIARE” tra le idee di gioco di Pioli e lo spogliatoio… non è un caso che loro lo avrebbero cambiato

  37. O forse, Mabel, Maldini aveva capito già quale fosse il vero amore del COACH, che aveva di fatto spianato la strada alla finale di Champions alla sua squadra preferita (indecenti le due semifinali, li abbiamo fatti passare senza farlo sudare). Ne avrà parlato in dirigenza e gli avranno dato del “matto”, allontanandolo. Quello che sta combinando va oltre l’incapacità: una rosa come quella del Milan, 35 giocatori contando i Primavera arruolabile (che sono bravi), gente fisica, gente con talento, gente che vuole vincere…praticamente sta facendo DI TUTTO per metterla subito fuori dalla lotta Scudetto l. Io ci vedo solo malafede. Questo qui, se resta, a un certo punto sbroglierà tutto per arrivare quarto e prendersi pure gli applausi. Sgamato.

  38. Nico NO, io credo che Pioli stia sbagliando e lo dico da rempo, ma certo non perché è interista e vuole che l’Inter vinca lo scudetto, piuttosto dopo i primi due anni dove a fatto grandi cose culminate con lo scudetto, forse, ripeto forse a mio avviso si è un po’ “gasato” volendo dimostrare che Lui solo Lui era l’artefice di un suo Milan vincente

I commenti sono chiusi.